La facciata della Chiesa del Cristo a Rovigo
luoghi di interesse

L’Oratorio della Beata Vergine della Concezione – La Chiesa del Cristo

Percorrendo via IV Novembre quasi non la si nota, piccola, discreta, come incastonata nella strada stessa. Persino il piccolo cortile sembra fatto apposta per celarsi, quasi invisibile, agli occhi. Eppure è una delle chiese preferite dai rodigini, principalmente per i matrimoni o le cerimonie, e non è raro, soprattutto in primavera o ad inizio estate, vedere il piccolo sagrato ricolmo di riso, sicuramente lanciato dagli invitati. Parliamo dell’Oratorio della Santissima Concezione, che tutti, a Rovigo, conoscono come Chiesa del Cristo.

L’edificio è stato edificato dai frati francescani nella prima metà del ‘200 (con il titolo iniziale di Chiesa della Santa Croce) che si insediarono in città in un primo nucleo conventuale proprio vicino a questa cappella. Tradizione vuole che la chiesa sia stata costruita proprio nel luogo dove San Francesco, di passaggio in città per uno dei suoi numerosi viaggi, si era fermato per una notte di preghiera. La chiesa era, all’epoca, annessa al convento dei frati Minori Francescani. Allocati nelle vicinanze tra lo stesso edificio e quello dei Santi Francesco e Giustina.

Viene poi concessa, sul finire del Quattrocento, alla confraternita della Concezione ed è di quel periodo il primo ampliamento. Solamente a qualche decennio prima è invece riferito il frammento di affresco della Vergine e il Bambino. La chiesa subì un successivo ampliamento intorno al 1650 ed è del Settecento, infatti, il prezioso altare. Fortunatamente continua a mantenere il suo andamento quattrocentesco con tre basse navate divise da tre corte colonne, il soffitto in legno e la cupola. Il tutto in una splendida penombra che invita sicuramente al raccoglimento.

I lavori alla Chiesa del Cristo dopo l’800

Lo splendido interno della chiesa del Cristo a Rovigo

La facciata, in stile neoalbertiano, è datata 1888 ed è opera dell’architetto rodigino Raffaele Cattaneo. Il campanile invece è risalente al 1793 ed è stato edificato su progetto di Girolamo Pavanin. L’antica facciata invece, risulta affrescata da Massimino Baseggio (detto il ferrarese) e da Luigi Marangoni che in precedenza aveva già lavorato presso le nobili famiglie degli Angeli, dei Rosada e dei Silvestri. Altri importanti lavori vennero realizzati nella seconda metà dell’800 quando venne rifatto il pavimento e furono restaurate anche le stanze dove San Francesco trascorse una notte di preghiera.

Proprio sotto il pavimento è stata rilevata la presenza di ben undici tombe, che hanno presumibilmente ospitato canonici. Sette sono rivolte verso la parete sinistra (dove esisteva precedentemente un altare) e le altre quattro rivolte verso l’altare maggiore.

Il nome attuale arriva ad essere di utilizzo comune quando, nel 1810, il governo Napoleonico istituisce la solennità del Cristo. A quel punto la devozione dei cittadini tese ad orientarsi verso la figura del crocefisso e quindi, da qui, divenne “Chiesa del Cristo”.

Alessandro Effe

Autore: Alessandro Effe

Appassionato di nuove tecnologie cerco di aiutare le aziende a nascere e trovare la loro strada.
Amante della scrittura narrativa e lettore vorace. Un amore smisurato per la boxe ed il running.

L’Oratorio della Beata Vergine della Concezione – La Chiesa del Cristo ultima modifica: 2017-11-28T12:35:46+00:00 da Alessandro Effe

Commenti

commenti

L’Oratorio della Beata Vergine della Concezione – La Chiesa del Cristo
To Top