Mondovale
rovigo ed il rugby

MondOvale – Il recupero delle radici e Rovigo Città del Rugby

Abbiamo chiesto ad Arianna Biscuola, vice presidente dell’associazione di presentarci Mondovale. Crediamo che la salvaguardia dei lasciti documentali del rugby a Rovigo sia una causa da sostenere ad occhi chiusi.

MondOvale – centro studi e documentazione nasce nel 2013. Alcuni soci fondatori si erano resi conto che documenti, filmati, fotografie del rugby rodigino rischiavano di andare perduti. Si è costituito con lo scopo di salvaguardare e valorizzare il materiale. Il fattore scatenante è stato il lascito al Centro Studi, a mezzo dell’Archivio di Stato che ne diveniva depositario, della straordinaria collezione di vhs di rugby internazionale e nazionale donata dalla famiglia di Giampiero Casotti (il figlio Stefano giocatore di rugby del Rovigo e delle Fiamme oro- Roma deceduto prematuramente nel 1996).

L’ Archivio di Stato, che non si era mai occupato di materiale sportivo. Ha però colto il segnale che è giunto dai soci fondatori di MondOvale per mettere a disposizione questi documenti.

La Mission

L’Associazione ha come mission il recupero e la conservazione dei documenti e dei cimeli di qualsiasi natura del mondo del rugby. L’obiettivo è quello di renderli consultabili e di utilizzo pubblico. Come associazione siamo determinati a rendere possibile che i cimeli, i documenti di qualsiasi natura (foto, maglie, video, giornali) che sono dispersi nei cassetti privati, oltre che nelle sedi dei club di rugby, possano confluire in un archivio ed essere disponibile a tutti.

In questi 4 anni MondOvale ha portato a termine numerose attività promozionali. Incontri con le scuole medie, produzione e presentazione del dvd celebrativo di Naas Botha. Intervista ad Alex Penciu ed avvio di interviste degli ex giocatori della Rugby Rovigo. E’ stato inoltre promotore dell’intitolazione di una rotatoria in onore di Romano Bettarello, storico giocatore e capostipite di una delle famiglie più importanti della tradizione rugbystica della città, con la realizzazione di un pregevole manufatto artistico posto al centro della rotatoria stessa.

L’iniziativa è stata realizzata grazie alla generosità di un privato cittadino amante della palla ovale (Gianni Miotto in memoria del figlio Gianluca prematuramente scomparso). MondOvale ha inoltre organizzato in collaborazione con Enrica Quaglio (figlia di Isidoro Quaglio compianto giocatore di Rugby) una tavola rotonda dal significativo titolo “Avanti, e indietro tra canottaggio, pugilato e rugby” con la partecipazione di campioni di fama nazionale ed internazionale quali Cristiano Castellacci (Pugilato), Rossano Galtarossa (canottaggio) e Perry J Parker (per il rugby). L’obiettivo era valorizzare la valenza della pratica sportiva nel vivere quotidiano attraverso le testimonianze e le riflessioni di atleti di alto livello e confrontarsi sul ruolo educativo, formativo ed umano che lo sport può svolgere. Per questa iniziativa è stato ottenuto il patrocinio del Comune di Rovigo.

Rovigo Città del Rugby

Mondovale

Arrivando ad oggi. Nel 2017 Mondovale sta collaborando con il Comune di Rovigo per l’avvio dell’iter di riconoscimento di Rovigo città del rugby. A febbraio con il patrocinio del Comune di Ceneselli è stata realizzata una serata in ricordo di Giovanni Raisi (campione italiano anni 60). Nel marzo scorso è stato organizzata una serata dedicata a Vittorio Munari. A ruota libera ha raccontato una moltitudine di aneddoti , densi di ricordi dei derby Rovigo vs Padova. Durante l’estate, sono state organizzate quattro serate per analizzare assieme a tecnici del settore il tour dei British and Irish lions in Nuova Zelanda

Ad ottobre, in collaborazione con l’Archivio di Stato, è stata realizzata la mostra “Il Rugby a Rovigo dai pionieri al primo scudetto veneto”. Grazie anche ad un Contributo della Regione Veneto e con il patrocinio del Comune di Rovigo, Coni , Provincia di Rovigo , Federazione Italiana Rugby presso i sotterranei dei giardini delle Due Torri. La mostra, ricca di spunti e frutto della ricerca appassionata di molti soci del Centro Studi, ha visto la presenza di oltre 200 visitatori.

Il 9 novembre è stato presentato presso l’Archivio di Stato il documentario DINO. Dedicato al fondatore del Rugby a Rovigo, Dino Davide Lanzoni, con interviste, immagini di repertorio, riprese dei luoghi, alla commossa presenza di tanti testimoni.

MondOvale auspica la realizzazione di un museo del rugby a Rovigo. Un museo che parta dalla necessità di meglio conservare il patrimonio esistente presso la società sportiva rugby Rovigo, ma si apra all’esterno e diventi un luogo di cultura rugbystica a 360 gradi.

L’associazione

L’associazione si regge sull’attività di volontariato. Per la realizzazione del vasto progetto che comprende la complessa digitalizzazione di migliaia di VHS e di nuove interviste e documenti filmati ha bisogno di essere sostenuta, non solo da privati associazioni e club ma anche da aziende polesane.

Attualmente il direttivo di MondOvale è composto dal Presidente Luigi Contegiacomo, il Vicepresidente Arianna Biscuola, tesoriere Riccardo Boraso, segretaria Mariangela Goggia e dai consiglieri Francesco Lanzoni, Alberto Gambato e Alberto Guerrini.

Alessandro Effe

Autore: Alessandro Effe

Appassionato di nuove tecnologie cerco di aiutare le aziende a nascere e trovare la loro strada.
Amante della scrittura narrativa e lettore vorace. Un amore smisurato per la boxe ed il running.

MondOvale – Il recupero delle radici e Rovigo Città del Rugby ultima modifica: 2017-12-14T17:19:51+00:00 da Alessandro Effe

Commenti

commenti

MondOvale – Il recupero delle radici e Rovigo Città del Rugby
To Top