La copertina dell'Orlando Furioso dove è contenuta la citazione con riferimento alla città delle rose
curiositá

Rhodon – Il mistero e la leggenda sulla nascita del nome della città delle rose

Nel tempo i nomi si sono accumulati, perchè una città è anche e soprattutto il suo nome, che fornisce identità e suono. A volte, quasi storia e leggenda insieme. E sembra essere questo il caso di Rovigo il cui nome viene citato per la prima volta nell’838 dove viene definita, in latino, in un lodo arbitrale emesso l’8 maggio, villa que nuncupatur Rodigo, ossia “borgo rurale detto Rodigo”. Sulla radice “Rod” ci sono stati parecchi scambi di opinione. Ad esempio “Roda” che starebbe a significare fondo, masseria, fattoria. O ancora, dando a quella radice un’ascendenza tedesca, “Hrodico”, come suggerisce Dante Olivieri nella sua Toponomastica Veneta.

Secondo altri, la versione sarebbe diversa, più permeata di poesia. Ed è questa che ci piace raccontare. Entra infatti in gioco la penna di uno degli autori più celebri ed influenti del suo tempo. Ludovico Ariosto, naturalmente insieme al suo componimento più famoso, l’Orlando Furioso, poema cavalleresco, pubblicato per la prima volta nel 1516 a Ferrara (con altre due edizioni, rispettivamente del 1521 e del 1536).

La trama è fittissima ma ricordiamo tre filoni principali:

  • La guerra tra Carlo Magno ed i Musulmani;
  • La pazzia di Orlando;
  • La storia d’amore tra Ruggero e Bradamante (Ruggero è un guerriero saraceno mentre Bradamante è una guerriera cristiana);

Ricordiamo che Rovigo è la città dove si trasferisce il papà di Ludovico, Nicolò Ariosto, dai primi mesi del 1481 all’estate del 1482 con il ruolo di capitano della città (era già comandante del presidio militare degli Estensi a Reggio Emilia). Ed è anche la prima città dove si sposta il piccolo Ludovico lasciando la natia Reggio Emilia.

La città delle rose

Stampa raffigurante un passaggio dell'orlando furioso dove Ariosto definisce Rovigo come città delle rose

Ludovico Ariosto trova il modo di renderle omaggio nel canto 3 dell’Orlando, nella 41esima ottava per la precisione, ricollegandola anche alla leggenda che vorrebbe il Polesine colonizzato da un gruppo di Achei, e che recita così:

    “Come la terra, il cui produr di rose
     Le diè piacevol nome in greche voci,
     E la città ch’in mezzo alle piscose
     Paludi, del Po teme ambe le foci,
     Dove abitan le genti disiose
     Che ’l mar si turbi e sieno i venti atroci.
     Taccio d’Argenta, di Lugo e di mille
     Altre castella e populose ville.”

Rosa, dal greco Rhodon, ecco il passaggio. In città le rose fiorivano spontaneamente nell’antichità ed il richiamo ai greci sarebbe dovuto a Diomede, compagno di Ulisse nella guerra di Troia che, secondo una antica versione, risulta a capo della spedizione degli Argonauti e, insieme agli Achei, in un altro viaggio avrebbe fondato Adria lungo le rotte dell’Adriatico. E fu proprio da Adria che, nel 920,  il vescovo Paolo Cattaneo decise di trasferire la sede vescovile a Rovigo. Pare per via dell’apparizione in sogno di San Pietro, che gli offriva un bellissimo luogo, completamente fiorito di rose profumate e lontano dalle scorrerie degli Ungari. Trasferito lì il suo popolo, Cattaneo fece costruire un castello per difendersi dai barbari. L’imponenza di quella costruzione si ammira ancora adesso guardando la Torre Donà.

Il riferimento alla radice greca di “rosa”, al quale alcuni eruditi cinquecenteschi si richiamavano, ha naturalmente fatto storcere il naso a molti studiosi (come Giuseppe Pardi) che si sono sempre chiesti : come mai una denominazione greca sarebbe stata data ad un castello sorto verso il secolo X ed in un terreno poco adatto alla coltivazione delle rose?.

Qui la leggenda si mescola sapientemente con la storia, al visitatore non rimane che scoprire la città.

 

 

 

Alessandro Effe

Autore: Alessandro Effe

Appassionato di nuove tecnologie cerco di aiutare le aziende a nascere e trovare la loro strada.
Amante della scrittura narrativa e lettore vorace. Un amore smisurato per la boxe ed il running.

Rhodon – Il mistero e la leggenda sulla nascita del nome della città delle rose ultima modifica: 2017-11-15T19:30:27+00:00 da Alessandro Effe

Commenti

commenti

Rhodon – Il mistero e la leggenda sulla nascita del nome della città delle rose
To Top