Accademia degli Addormentati
Arte

L’Accademia degli Addormentati – La culla dell’arte a Rovigo

19142

Vuoi aggiungere delle "Foto" a questa sezione? Aggiungi

Prima ancora dell’Accademia dei Concordi, in città si respirava la voglia di un luogo che permettesse la condivisione di idee, opere d’arte, libri, dipinti e qualsiasi altra forma di arte potesse esistere per gli animi cittadini.

L’idea di crearlo venne a Giovanni Domenico Roncali, conosciuto da tutti come il “Cavaliere di Rovigo”. I Roncali, una delle famiglie più ricche e potenti della Rovigo cinquecentesca, dovevano le loro fortune all’abilità di Marco (nonno di Giovanni Domenico), tipico esempio di self-made man. Egli infatti si inserì nella compravendita di tessuti e dopo aver aperto una prima bottega a Costa, ne aprì una seconda in città.

Giovanni (zio di Giovanni Domenico) seppe essere ancora migliore di Marco. Fece crescere gli affari fino a creare a Rovigo una dinastia di assoluta importanza riconosciuta da tutti i cittadini. In questo contesto di sfarzo ed agio mosse i primi passi al servizio della città Giovanni Domenico, eccellente oratore e cavaliere di San Marco.

Figura imprenditoriale attenta a consolidare ed aumentare gli interessi di famiglia, intrattenne rapporti di affari con uomini che non di rado oltrepassavano il confine portando poi con se nuove conoscenze e modi di fare.

La nascita

Nell’agosto del 1553 egli, in uno stabile dell’attuale tratto di via Mazzini, fonda l’Accademia degli Addormentati. Non sono moltissime le notizie che siamo riusciti a trovare. Tutte concordano nel legare a doppio filo l’attività degli “Addormentati” con la figura di Giovanni Domenico.

In pochissimo tempo essa divenne un luogo dinamico e ricco di idee. Salotto ideale per i più celebri pensatori ed intellettuali dell’epoca che erano di passaggio in Veneto. Luigi Groto, Francesco Machiavelli, Antonio Riccoboni e Domenico Mazzarelli, giusto per fare qualche nome.

In quel circolo non si discuteva solo di arte ma, visto il fervore che animava le piazze del tempo, si parlava anche delle nuove idee di fede che provenivano d’oltralpe. Dal Calvinismo al Luteranesimo. Il rampollo dei Roncali resta subito affascinato dal Calvinismo, fino a diventarne una delle figure più rilevanti nel panorama Veneto.

L’accademia diviene così punto di contatto con le anime più colte della città. Molte desiderose di aprirsi alle dottrine luterane ed evangeliche che si stavano diffondendo a macchia d’olio ovunque.

A quel punto, i libri che circolavano erano perlopiù orientati alla conoscenza delle parole e delle dottrine luterane, calviniste ed evangeliche in generale.

Fu proprio a causa di questo ardimento religioso, nato intorno all’Accademia degli Addormentati, che nel 1560 apparse in piazza un cartello che criticava le attività degli “Addormentati”. Riteneva che dentro l’Accademia vi fossero esclusivamente persone dedite a rinnegare la dottrina cattolica.

Accademia degli Addormentati

Le accuse di eresia

Proprio a causa di questo episodio Giovanni Domenico si allontana dalla città, in una sorta di esilio, lasciando in eredità l’attività dell’Accademia a Domenico Mazzarelli e Guglielmo Dolceti.

Due anni dopo, il 16 aprile del 1562, il podestà, Giacomo Foscarini, scrisse queste parole al senato : l’Accademia degli Addormentati è un ricettacolo di eresie e forse di altre cattive opere. La seconda parte della frase è appositamente sibillina. Tra gli aderenti agli “Addormentati” vigeva la regola di non divulgare gli argomenti di discussione con altre persone. Per tale motivo il podestà fu ritenuto a pensare che vi fossero anche attività contro la patria ed i buoni costumi.

Non finisce quell’anno e l’accademia chiude i battenti, per eresia. La vita culturale di Rovigo ne risente, anche a causa della forte pressione inquisitoriale cittadina.

Ritroverà nuova luce solo nel 1580, quando l’Accademia dei Concordi raccoglierà la pesante eredità degli Addormentati.

Alessandro Effe

Autore: Alessandro Effe

Appassionato di nuove tecnologie cerco di aiutare le aziende a nascere e trovare la loro strada.
Amante della scrittura narrativa e lettore vorace. Un amore smisurato per la boxe ed il running.

L’Accademia degli Addormentati – La culla dell’arte a Rovigo ultima modifica: 2018-01-01T17:00:27+00:00 da Alessandro Effe

Commenti

L’Accademia degli Addormentati – La culla dell’arte a Rovigo
To Top