Cur (Consorzio Universitario Rovigo) Noi rodigini

Alla scoperta dell’università rodigina: il C.U.R.

L'attuale sede del C.u.r. a Rovigo

Sono sempre di più le persone che decidono di continuare gli studi, anche dopo il diploma, iniziando un percorso universitario. Per centinaia di anni i polesani che decidevano di approfondire le proprie conoscenze, studiando all’università, erano costretti a trasferirsi in altre città come Padova o Bologna ed ancora oggi in parte è così. Ma a partire dagli anni 90, la città di Rovigo ha puntato su un progetto che oggi, a quasi trent’anni di distanza, si può dire di successo; questo progetto è il C.U.R. ovvero il Consorzio Universitario di Rovigo.

Una giornata di Open Day al C.U.R.

Tramite questo progetto le università di Padova e di Ferrara hanno creato due sedi distaccate nel capoluogo polesano. Dando la possibilità ai giovani studenti rodigini e polesani di rimanere nella loro città a studiare, permettendo alle loro famiglie di sostenere costi inferiori. Attualmente le sedi dedicate alle attività universitarie sono due: Palazzo Riccoboni in viale Marconi , dove si trova la sede di Giurisprudenza di Ferrara, oltre agli uffici del Consorzio; Il “Cubo” al Cen.Ser , dove si trova la sede delle facoltà di Padova (Scienze dell’educazione, Diritto dell’Economia, Infermieristica, Ingegneria Meccanica ecc).

Il Consorzio Universitario

Al C.U.R sono iscritti quasi duemila studenti e grazie ai continui investimenti dei privati si spera che questo numero possa aumentare. Gli ultimi due investimenti, in ordine di tempo, sono quelli sostenuti principalmente dalla Fondazione Cariparo: la ristrutturazione di Palazzo Angeli per trasferirci la sede di Giurisprudenza e la creazione di un campus con oltre cento posti letto a lato del “Cubo”.

Palazzo Angeli futura sede del C.u.r.

Ormai l’università rodigina ha superato la fase embrionale di strutturazione ed attira studenti anche da altre città venete ed italiane. Contribuisce quindi in a dare anche un sostegno all’economia del nostro territorio. Il C.U.R. infatti è un progetto che crea un duplice vantaggio: consente ai giovani rodigini di apprendere le conoscenze universitarie nella propria città e crea un indotto economico non indifferente per le attività commerciali. Questo trend positivo non potrà che continuare e migliorare dopo il trasferimento della sede “ferrarese” di Giurisprudenza da Palazzo Riccoboni al settecentesco Palazzo Angeli. In pratica, in pieno centro storico.

Con il trasferimento della sede saranno quasi seicento le persone, tra studenti e professori, che si sposteranno da viale Marconi al centro. Che sia per studiare o lavorare, questo aiuterà i commercianti del centro a riprendersi dal trasferimento in Commenda del liceo Celio. Inoltre creerà una nuova opportunità: lascerà liberi gli spazi di Palazzo Riccoboni. Essi infatti potranno essere utilizzati per la nascita di nuovi corsi di studio, che potranno attirare altri giovani studenti nelle strutture del capoluogo polesano.

 

Foto: Rovigo in diretta, Rovigo24ore

Alla scoperta dell’università rodigina: il C.U.R. ultima modifica: 2019-02-28T11:16:01+02:00 da Lorenzo Rizzato

Commenti

To Top