Duomo Rovigo
noi rodigini

La chiesa di Santo Stefano – Il Duomo di Rovigo

Per i rodigini è “Il Duomo”. La piazza come punto di ritrovo, la maestosa chiesa di Santo Stefano a farle da guardia. Si tratta della prima chiesa sorta a Rovigo, ne troviamo infatti traccia per la prima volta già nel 964.

Anche se l’origine della chiesa è ignota si suppone possa essere collegata all’abitato e quindi orientativamente fra l’VIII ed il IX secolo. La chiesa è stata poi ricostruita, intorno al XI secolo, in accordo con l’espansione che ha caratterizzato la città in quel periodo.

Il battistero non doveva essere annesso alla chiesa bensì distinto ed è stato ricostruito nel 1361. La nuova chiesa fu consacrata nel 1461 ed aveva ben cinque altari. Tuttavia dopo circa due secoli la chiesa si trovava  in pessime condizioni. Si rende quindi necessaria una nuova ristrutturazione, che porterà il Duomo alle condizioni attuali.

Il progetto è del 1696 è ad opera di Girolamo Frigimelica che, oltre a dedicarsi all’architettura, ha successo anche nel mondo della poesia e della musica. Ricordiamo infatti la sua appartenenza all’Accademia dei Ricovrati di Padova (che ha annoverato tra i suoi membri anche Galileo Galilei) e la sua attività fervente come librettista di opere.

Il nuovo Duomo

duomo di rovigo

Il mastodontico progetto prevedeva una costruzione grande quasi il doppio rispetto alla precedente. L’attenzione era così alta che il vescovo Carlo Labia benedisse la prima pietra, murata insieme alla moneta d’oro, coniata per l’occasione. I lavori sono proceduti in maniera spedita, tanto che nel giro di quindici anni fu possibile celebrare messa nella nuova costruzione. Per la facciata in mattoni non fu mai trovata, invece, una soluzione che la completasse.

Il battistero venne demolito nel 1737, mentre la cupola venne ricostruita perché la vecchia risultava essere troppo fragile e venne abbattuta nel 1785. Il progetto venne affidato al padovano Giuseppe Sabadini nel 1791. Egli la realizza imponente ed ottagonale.

All’interno della chiesa, che si presenta con la sua vastissima navata unica, troviamo lo stupendo altare in marmo rosso di Verona realizzato su progetto di padre Giuseppe Pozzo. Tra le opere di grande interesse artistico segnaliamo una tela di Palma il Giovane raffigurante Cristo risorto tra Santo Stefano e San Bellino. Un vero capolavoro è la grande pittura, opera del siciliano Tommaso Sciacco, che rappresenta Stefano papa nell’atto di battezzare e di rendere la vista a Lucilla, figlia del tribuno militare Nemesio. Possiamo anche ammirare due tavole del Garofolo, una con San Pietro e l’altra con San Paolo. Ed ancora un meraviglioso candelabro in bronzo attribuito a Jacopo Sansovino.

Foto: Minube, Ritaglidiviaggio

Alessandro Effe

Autore: Alessandro Effe

Appassionato di nuove tecnologie cerco di aiutare le aziende a nascere e trovare la loro strada.
Amante della scrittura narrativa e lettore vorace. Un amore smisurato per la boxe ed il running.

La chiesa di Santo Stefano – Il Duomo di Rovigo ultima modifica: 2017-12-19T17:57:18+00:00 da Alessandro Effe

Commenti

La chiesa di Santo Stefano – Il Duomo di Rovigo
To Top