I RODIGINI RACCONTANO ROVIGO

itRovigo

Siti Religiosi Tradizioni

Festa di Santa Lucia martire: è antica la devozione nel territorio

Santa Lucia

La vergine Lucia è una delle figure più care alla devozione cristiana. Siracusana, sarebbe morta martire nel periodo delle persecuzioni attuate dall’imperatore Diocleziano nei confronti dei cristiani nell’anno 304; la festa di Santa Lucia martire ricorre il 13 dicembre, giorno della sua morte. Gli atti del suo martirio raccontano di atroci torture inflittele dal prefetto Pascasio, che non voleva piegarsi ai segni straordinari che attraverso di lei Dio stava mostrando.

Il culto di Santa Lucia

La testimonianza più antica del culto di Lucia viene ritrovata nelle catacombe di Siracusa, le più estese al mondo dopo quelle di Roma; si tratta di un’epigrafe marmorea del IV secolo. L‘antica devozione a Santa Lucia si diffonde molto rapidamente nel territorio: già nel 384 sant’Orso le dedica una chiesa a Ravenna, papa Onorio I poco dopo un’altra a Roma. Oggi in tutto il mondo si trovano reliquie di Lucia e opere d’arte a lei ispirate. S. Lucia è protettrice di ciechi, oculisti, elettricisti; è pregata contro le malattie degli occhi.

Santa Lucia1
Santa Lucia – particolare raffigurazione nell’oratorio di Santa Lucia a Cavazzana di Lusia

La festa di Santa Lucia martire in Italia

Naturalmente la festa di Santa Lucia martire è molto sentita a Siracusa, città di cui è anche patrona; la devozione verso la Santa è poi molto diffusa in alcune province del Nord Italia, tra cui Piacenza, Reggio Emilia, Cremona, Brescia, Bergamo, Verona e Udine. Per l’occasione i bambini scrivono una letterina a Santa Lucia, che distribuisce doni nella notte tra il 12 e il 13 dicembre; la tradizione vuole che la santa porti i doni in groppa al suo asinello. L’usanza prevede inoltre che prima di andare a letto i fanciulli lascino biscottivin santo e un po’ di paglia (o della farina gialla) in bella vista, per dare ristoro a Lucia e al suo compagno di viaggio.

Siracusa Santa Lucia
veduta di Siracusa – Foto: Pixabay
Verona Santa Lucia
La città di Verona – Foto: Pixabay

Santa Lucia nel mondo

Il giorno di Santa Lucia è popolare anche in Scandinavia. A queste latitudini, Lucia, il cui nome deriva dal latino lux, cioè luce, e nelle zone di lingua svedese della Finlandia, le ragazze sfilano portando con sé, oltre alla candela, biscotti e panini allo zafferano, dando vita a una cerimonia che simboleggia la vittoria della luce sull’oscurità; in questo modo la celebrazione assume un tono più laico. In Croazia Ungheria il 13 dicembre la tradizione legata a Santa Lucia prevede di seminare dei chicchi di grano, da far crescere in vista del Natale, come richiamo alla natività. Nei Caraibi c’è una piccola isola che si chiama proprio Santa Lucia: il 13 dicembre si festeggia il santo patrono ed è festa nazionale.

La Festa di Santa Lucia martire in Polesine

A pochi chilometri da Rovigo, tra Lusia e Lendinara, troviamo in località Cavazzana, un piccolo oratorio intitolato a Santa Lucia, segno di antica devozione anche in territorio polesano. La strada che collega Lendinara al piccolo centro del comune di Lusia, è propriamente intitolata alla santa; via S. Lucia collega il Santuario della Beata Vergine del Pilastrello a questo piccolo ma grazioso edificio di culto. Ogni anno a dicembre, la parrocchia di San Lorenzo Martire celebra Santa Lucia con momenti di preghiera e con una messa in suo onore; la processione porta in cammino l’antica statua lignea raffigurante la Santa; un momento di intrattenimento con fuochi di artificio completa solitamente i festeggiamenti.

Oratorio S.lucia
Oratorio di Santa Lucia – Cavazzana di Lusia – Foto: Elisa Padoan

Fonti editoriali: santiebeati.it; quotidiano.net

Festa di Santa Lucia martire: è antica la devozione nel territorio ultima modifica: 2020-12-13T09:00:00+01:00 da Elisa Padoan

Commenti

Clicca per commentare

Devi essere loggato per pubblicare un commento Login

Lascia un commento

To Top