Cibo Cucina Tipica e Tradizioni Cucina Tradizionale

I crostoni di polenta con soppressa sfrizegà

2293731028 300e52c4d7 B

Della cucina Polesana scriviamo ormai da tempo. E’ fatta di alimenti genuini, ricette tramandate di generazione in generazione e con un occhio di grande attenzione alle tradizioni. Come sappiamo, infatti, è cucina contadina per eccellenza. Nei secoli, il territorio, è riuscito a guadagnare spazio dalle acque per far emergere la sua vocazione agricola. La lotta con i fiumi è secolare e ha avuto, purtroppo, drammi che non sono stati semplici da risolvere. L’ultimo, in ordine di tempo, riguarda la terribile alluvione che ha colpito la provincia nel novembre del 1951. In quella occasione, oltre ai terribili danni umani vi furono anche conseguenze che riguardarono l’allagamento delle campagne e una massiccia ondata migratoria che portò ad un progressivo spopolamento che rappresentò un ulteriore dazio da pagare.

La cucina del riuso

La polenta rappresenta uno degli alimenti principe del Veneto. Diremmo di tutto il nord-Italia in generale in quanto viene consumata in abbondanza anche in Trentino ed in Lombardia. Il suo uso ha origini antichissime e, a seconda del tipo di mais utilizzato si possono ottenere tipi di polenta con consistenze diverse. Si vocifera inoltre che il mais sia un potente afrodisiaco, da non mischiare mai però col gorgonzola per evitare di vanificarne l’effetto. Per tradizione si utilizza il paiolo per la sua preparazione, di rame ed appeso sopra il fuoco del camino. Oggi ovviamente è più complesso poterla preparare in questo modo.

Ciò non toglie che la sua preparazione, soprattutto nei mesi freddi, è molto frequente. La sua ricetta non è complessa ma non bisogna correre il rischio di banalizzare il piatto. Uno dei tanti aspetti positivi dell’alimento è la possibilità di essere riutilizzato, magari il giorno dopo, per ottenere altre gustose pietanze. Come ad esempio la pinza di polenta, che può essere ottenuta sia nella versione dolce che in quella salata e della quale vi abbiamo fornito informazioni e modalità di preparazione in un altro nostro articolo.

I crostoni di polenta

I crostoni di polenta si possono ottenere molto facilmente dalla preparazione della stessa. Gli ingredienti sono molto semplici e per quattro persone sarà sufficiente utilizzare 300 grammi di farina di mais, un litro d’acqua e un paio di cucchiaini di sale. Fate bollire l’acqua in un paiolo antiaderente. Aggiungete il sale. Ricordatevi di abbassare il fuoco prima di unirvi il mais. Usate la frusta quando versate a pioggia la farina nell’acqua, in modo da evitare la formazione di grumi. Siate veloci nel mescolare.
Ora potete alzare nuovamente il fuoco e cuocere per 45 minuti a fuoco vivo.
State attenti agli schizzi, altrimenti vi ustionerete. La polenta è pronta quando si stacca dalle pareti della pentola.

Quando sarà fredda la taglierete a rettangoli di altezza minima di un centimetro e li disporrete in una teglia imburrata a forno caldo. 180 gradi per 15 minuti. Vi consigliamo, nell’attesa, di sfrizegare delle fette di soppressa veneta larghe mezzo centimetro almeno in una padella con poco olio. Lasciatele dorare e diventare croccanti. Quando toglierete i crostoni dal forno adagiate sopra ognuno una fetta di soppressa sfrizegà. Accompagnate con del merlot dei Colli Euganei e buon appetito!

Foto di copertina: “Chilli bean Polenta 003” by evilhayama is licensed under CC BY-ND 2.0 

Alessandro Effe

Autore: Alessandro Effe

Appassionato di nuove tecnologie cerco di aiutare le aziende a nascere e trovare la loro strada. Amante della scrittura narrativa e lettore vorace. Un amore smisurato per la boxe ed il running.
I crostoni di polenta con soppressa sfrizegà ultima modifica: 2020-01-13T12:11:18+01:00 da Alessandro Effe

Commenti

To Top