I RODIGINI RACCONTANO ROVIGO

itRovigo

Cibo Cucina Tipica e Tradizioni Tradizioni

La Fragola Altopolesana e una ricetta per gustarla

Strawberries 3221094 960 720

E’ arrivato maggio, è, praticamente finito il lockdown. Evviva maggio. Questo mese, spartiacque, di fatto, tra la primavera e l’imminente arrivo dell’estate. E ormai manca poco a giugno ed alle temperature più alte. Finora il tempo è stato un po’ ondivago, alternando giornate con temperature calde e secche a giornate con temperature decisamente più fresche, soprattutto alla sera. Maggio inaugura anche un periodo di frutta deliziosa e dolce. Pensiamo alle amerene, alle ciliegie, alle albicocche. E, ovviamente, alle fragole. Questo frutto ha un’origine molto antica ed oggi è possibile contare circa 600 diverse varietà. Vengono coltivate in tunnel, in serra o in campo aperto. La raccolta termina verso la fine di giugno con la raccolta in pieno campo in Piemonte, mentre in alcune zona montane (oltre i mille metri), la raccolta può avvenire anche in luglio ed agosto.

Un po’ di storia

La fragola è una coltura che è stata introdotta in Polesine negli anni ’70 del ‘900. In particolare nel comune di Salara, dove già si contavano una cinquantina di produttori. Da quegli anni parte una efficace azione di diffusione, promozione e valorizzazione, grazie anche alle “Feste della Fragola“, organizzate per una maggiore capillarizzazione del prodotto. Si svolgeva proprio nel mese di maggio e si sceglieva la fragola più bella dell’anno con i produttori che esponevano le loro coltivazioni al vaglio degli esperti. Il record di espositori viene raggiunto nel 1989 con ben 59 partecipanti. Il programma era poi completato da iniziative di folklore, di cultura e sportive.

Strawberries 1835934 960 720 5ec256d67da47

Questa fragola è parte dei prodotti Agroalimentari Tradizionali Italiani, i cosiddetti PAT. Ha la sua peculiarità nel metodo di produzione in tunnel piccolo, quindi con coltura protetta. Vengono piantate alla fine di Agosto e benchè si potrebbero raccogliere i frutti già in autunno, in Polesine si pazienta fino alla primavera. Per avere un raccolto più abbondante ed un frutto più succoso. La fragola Altopolesana si presta agli usi culinari più molteplici. Quello che preferisco è quello immediato. Tagliare le fragole e gustarle con zucchero e limone. Tuttavia oggi vi presentiamo una ricetta semplice e veloce per poter gustare al meglio questo splendido prodotto.

Moussse di fragola Altopolesana

Con la fragola Altopolesana realizzeremo una splendida e cremosa mousse, gli ingredienti, come sempre si intendono per quattro persone.

Ingredienti:
• 400 g di fragola Altopolesana
• 200 ml di panna fresca da montare
• 4 cucchiai rasi di zucchero a velo
• 1/2 limone (succo)

Milkshake 1021027 960 720 5ec256e758060

Lavate con cura le fragole in acqua e bicarbonato, strofinandole con le dita. Non lasciatele troppo tempo in ammollo per non far perdere loro il sapore. Tagliatele poi a pezzetti (privandole del picciolo) e lasciatene da parte un quarto, che userete per la decorazione. Inserite le fragole a pezzi in un mixer con il succo di mezzo limone e due cucchiai abbondanti di zucchero a velo.

Frullate il tutto e poi montate la panna fresca liquida insieme ad altri due cucchiai abbondanti di zucchero a velo. Per montare al meglio la panna è consigliabile che questa sia molto fredda. Per aiutarvi potreste lasciare la panna nel freezer per 5 minuti. Mescolate poi la panna con la crema di fragola Altopolesana con movimenti dal basso verso l’alto. Disponete sul fondo dei bicchieri dei pezzetti di fragole ed altrettanti sopra. Lasciate riposare in frigo almeno un’ora prima di servire. Per gustarla al meglio potete prepararla la sera prima, guarnendo la parte superiore con le fragole tagliate al momento.

Fonte: Topfooditaly, Primochef.

La Fragola Altopolesana e una ricetta per gustarla ultima modifica: 2020-05-18T11:41:25+02:00 da Alessandro Effe
To Top