Arte Cosa Facciamo Luoghi di interesse Monumenti Rovigo da scoprire Storia Turismo Vicoli

Da Porta Augustina al Portello – Le sei porte della città di Rovigo

Porte di Rovigo
19523,19286,19169,19162,19142

Vuoi aggiungere delle "Foto" a questa sezione? Aggiungi

Percorrendo via Pighin, dall’incrocio con via Casalini, e salendo verso corso del Popolo e Piazza Merlin, è possibile ammirare la magnificenza di due delle porte della città. La Augustina e quella di San Bortolo (di sotto troviamo una storica pizzeria al taglio che ancora adesso, in alcuni orari, ha una lunga fila di persone in attesa). Erano sei, in origine, le porte presenti a Rovigo, fuori dalle quali restavano i borghi. Costruite per vari motivi e demolite, nel tempo. In alcuni casi senza spiegazioni.

Vi era la Porta Sant’Agostino, così chiamata perché situata a pochi passi dalla chiesa dedicata al Santo. Edificata intorno al 1582 per poi essere rifabbricata nel 1713, la si può ammirare in tutto il suo splendore percorrendo via Casalini con impressa la scritta “Porta Augustina”. La Porta Arquà era così nominata perché posta sulla strada che dopo pochi chilometri, conduce ad Arquà Polesine. Fu eretta nel 1503 sotto il reggimento del rappresentante Andrea Erizzo. Scolpito in pietra, sopra la porta, era ben visibile lo stemma del Doge della Serenissima Leonardo Loredano.

Le altre quattro porte

Porte di Rovigo

Foto : Carlo Alberto Mares, dal gruppo “Rovigo e i Rodigini”

La Porta San Bartolomeo (o Porta San Bortolo), è così nominata perché fuori da essa vi erano il quartiere omonimo ed il Monastero degli Olivetani. E’ la porta meglio conservata, ed è possibile ammirarla da Piazza Merlin. Fu eretta fra il 1482 ed il 1486 mentre era Doge della Serenissima Giovanni Mocenigo. E’ infatti possibile ammirare lo stemma sui merli della costruzione. Nella parte centrale della porta vi era una statua raffigurante la Madonna col Bambino e San Giovannino, dell’artista Clemente Molli ed attualmente custodita nella chiesa della Beata Vergine del Soccorso.

La Porta San Francesco era posta nei pressi della chiesa di San Francesco (attuale Chiesa dei Santi Francesco e Giustina). Non si hanno molte notizie relative all’edificazione di questa porta. Si sa però che, a causa dell’incuria, pesantemente malridotta, fu riedificata nel 1697 sotto il reggimento del rappresentante Giovanni Paolo Vidman. Venne poi completamente demolita nel corso del 1892.

La Porta San Giovanni prende il nome dalla chiesuola di San Giovanni, posta nelle vicinanze. Venne edificata nel 1503 ed abbattuta nel 1852 seppur in ottimo stato di conservazione. La Porta “Portello” venne così chiamata per via delle ridotte dimensioni rispetto alle altre, venne eretta da Giovanni Bottari nel 1741, è andata distrutta intorno al 1823.

Foto di copertina : cartolina, Adriano Santarato, dal gruppo “Rovigo e i Rodigini”.
Fonti : Francesco Bartoli, le pitture, sculture ed architetture della città di Rovigo.

Alessandro Effe

Autore: Alessandro Effe

Appassionato di nuove tecnologie cerco di aiutare le aziende a nascere e trovare la loro strada.
Amante della scrittura narrativa e lettore vorace. Un amore smisurato per la boxe ed il running.

Da Porta Augustina al Portello – Le sei porte della città di Rovigo ultima modifica: 2018-03-07T11:29:55+00:00 da Alessandro Effe

Commenti

To Top