Cibo Tradizioni

Riso con cozze e vongole, trinomio di gusto

Una immagine del Riso cozze vongole

Oltre alle innumerevoli bellezze naturalistiche, il Delta è senza dubbio rinomato per i suoi molluschi. Cozze e vongole sono rinomate ormai in tutta Italia e vengono considerate, da più parti, come vera e propria eccellenza.

Le cozze e le vongole

Era il 1935 quando nacque la prima Cooperativa di pescatori locali di Scardovari. Qui l’allevamento di cozze è iniziato alla fine degli anni ’60, dopo l’alluvione del 1966. Ha ottenuto la denominazione di origine protetta (DOP) a livello europeo. E’ stato il primo mollusco ad ottenere questo riconoscimento. L’allevamento viene anche fatto in mare aperto tra la zona di Rosolina e Scardovari, grazie all’utilizzo di impianti galleggianti, off shore, con sistemi in sospensione detti long-line. Una curiosità per chi non fosse del Polesine, le cozze sono da noi conosciute come “peoci”.

Le vongole polesane, ingrediente base del Riso cozze vongole

Prodotto tipico del Delta del Po, la vongola verace o filippina fa sicuramente parte degli alimenti di maggior prestigio delle nostre zone. Introdotta negli anni ’80 circa, è tipica dell’area che si trova tra il Po di Maistra e il Po di Goro, nelle lagune tra Rosolina mare, Porto Viro, Porto Tolle. Allevamento di tipo estensivo, venivano raccolte a mano tramite l’uso di rastrelli. Attualmente si predilige l’uso dell’idro-rasca, cioè uno strumento che tramite un getto d’acqua permette di dissotterrarle e pulirle. I loro valori nutritivi sono ottimi, sia come apporto proteico che come digeribilità. Ricche anche di sali minerali e vitamine, sono pure ipocaloriche. Visto il luogo dove si producono, hanno un basso contenuto di sale per cui risultano essere decisamente più dolci. Caratteristica fondamentale dell’alimento. La sua produzione avviene durante tutto l’anno ma agosto è uno dei mesi più floridi, come per altro dicembre ed il periodo pasquale.

Riso con cozze e vongole

Vivono in un luogo affascinante e splendido come il Delta e sono un’attività importante per i pescatori che lavorano in quest’area e dedicano la loro esistenza al rispetto della natura e di ciò che offre. Un ambiente che è in continua trasformazione, soprattutto grazie all’uomo che vi ha riposto dedizione, sudore e fatica. Oggi le vongole veraci sono tra le più importanti attività della zona, non solo in termini di produzione ma anche di occupazione. Possono essere consumate crude o cotte.

Ingredienti (per 4 persone):
– 1kg di cozze fresche di Scardovari DOP;
– 1kg di vongole fresche;
– 350 grammi di riso carnaroli del Delta del Po;
– 15 grammi di burro;
– un bicchiere di vino bianco secco;
– uno spicchio di aglio Polesano DOP;
– una cipolla bianca o dorata;
– due cucchiai di olio EVO;
– Grana Padano q.b.;
– brodo vegetale o di pesce q.b.;
– sale, pepe e prezzemolo a piacere;

Un piatto di Riso cozze vongole

Procedimento:

Preparare il brodo (vegetale o di pesce). In un tegame con olio e aglio far aprire le vongole e le cozze dopo averle accuratamente pulite e lavate. Sgusciatele e poi, in una casseruola larga, soffriggete la cipolla con poco olio, unite il riso, mescolate, bagnate col vino bianco ed aggiungete i molluschi. Tutto il procedimento va compiuto non dimenticandosi mai di mescolare il brodo poco alla volta. A fine cottura sistemate di sale e pepe ed aggiungete il prezzemolo. Per mantecare potete aggiungere burro e Grana. Accompagnate il piatto con un bianco secco dei Colli Euganei o una Malvasia Istriana.

Fonte: Il Polesine in tavola. Foto: Kenwood, Mangiare da Dio, Polesine24.

Alessandro Effe

Autore: Alessandro Effe

Appassionato di nuove tecnologie cerco di aiutare le aziende a nascere e trovare la loro strada.
Amante della scrittura narrativa e lettore vorace. Un amore smisurato per la boxe ed il running.

Riso con cozze e vongole, trinomio di gusto ultima modifica: 2019-06-03T08:47:36+02:00 da Alessandro Effe

Commenti

To Top