Cibo Tradizioni

Seppie in umido con piselli – La tradizione polesana tutto l’anno

Un piatto di seppie in umido con piselli

Dico la verità, le seppie con i piselli sono, in assoluto, uno dei miei piatti preferiti. C’è dentro senza dubbio un po’ di anima polesana. Il pesce, che rappresenta il nostro Delta. La verdura che rappresenta l’anima contadina e i tocchetti di polenta, che rappresentano senza ombra di dubbio, la tradizione più vera e sincera. Nelle trattorie e nelle osterie è un piatto che non ha tempo, proposto in ogni periodo dell’anno.

La pesca e il nostro mare

La pesca occupa un posizione di primo piano nel territorio del Delta del Po arrivando in alcuni luoghi ad essere la principale occupazione. Si tratta di un settore molto articolato con sezioni che continuano nel tempo le attività tradizionali, ad esempio le valli da pesca, mentre altre situazioni piuttosto dinamiche hanno visto rapidi sviluppi negli ultimi anni, come ad esempio la mitilicoltura. Le valli da pesca sono corpi d’acqua separati dalle lagune da arginature e in cui la circolazione dell’acqua è artificiale, poiché il livello medio dell’acqua è in genere al di sotto di quello marino. Si caratterizzano rispetto alle lagune per la maggiore complessità ambientale e per l’assenza delle maree.

Le seppie in umido con piselli

Le valli da pesca sono state preservate dalla bonifica grazie alla forte cultura locale di vallicoltura tradizionale estensiva, basata sulla naturale migrazione primaverile degli avannotti all’interno delle valli, dove crescono senza alimentazione artificiale, ed alla loro successiva migrazione verso il mare. La pratica nasce sfruttando un comportamento piuttosto comune tra i pesci marini costieri che in fase giovanile, per sfuggire alla presenza dei predatori, tendono a concentrarsi verso il litorale penetrando nei canali, negli estuari e negli ingressi lagunari. Questo fenomeno viene sfruttato facendo entrare dentro le valli il novellame, per poi chiudere gli accessi al mare fino alla completa crescita dei pesci in ambiente protetto.

Seppie in umido con piselli

Le seppie fanno parte di quelle prelibatezze da pescare e che vanno poi ad essere declinate in molti piatti della cucina Veneta. Famosi, a Venezia, ad esempio, i tagliolini al nero di seppia, mentre, in altre parti della regione. Rimanendo a Venezia, una delle ricette, prevede di prepararle con il loro inchiostro, avendo quindi cura di non rompere la sacca durante la pulizia del pesce. Oggi noi vogliamo invece parlarvi e darvi la ricetta di uno dei piatti più sfiziosi della cucina polesana, che, come già detto sopra, coniuga un po’ tutto il mondo culinario e tipico della nostra provincia.

Ingredienti per quattro persone:

– 1 kg di seppie;
– 300 grammi di piselli (meglio freschi ma vanno bene anche in scatola);
– due cipolle bianche;
– 350 grammi di passata di pomodoro;
– un bicchiere di vino bianco;
– Olio Evo;
– Prezzemolo quanto basta;
– Sale e pepe quanto basta;

Procedimento:

Le Seppie in Umido, grazie alla semplicità nel prepararle e dall’incredibile sapore, sono una delle ricette più saporite e amate del territorio. Esistono molte varianti per preparare questa ricetta, c’è chi usa la conserva di pomodoro e chi le serve in un crostone di pane nero. Qui vi presentiamo la ricetta delle seppie, di seguito come preparare la polenta. Il consiglio, ad ogni modo, è quello di acquistarle fresche e già pulite e di usare ingredienti freschi,  mettendoci la passione giusta per realizzare un ottimo piatto. Mettere in un tegame un po’ olio e facendo soffriggere per qualche minuto le cipolle già  tagliate in precedenza.

Le seppie in umido con piselli

Lavare le seppie e, se troppo grandi, tagliarle a striscioline. Successivamente mettere le seppie nel tegame lasciandole asciugare per dei minuti. Quando avranno perso quasi tutta l’acqua sfumare col vino bianco ed, infine, aggiungere i piselli, la passata di pomodoro,  sale e pepe.La cottura deve proseguire per circa 20/25 minuti a fuoco medio. Quando le seppie con i piselli saranno morbide, potranno essere servite accompagnate da un bel cucchiaio di polenta. A piacere il piatto può essere aromatizzato con del prezzemolo tritato.

 

Fonte: Biodiversità, Venetoway. Foto: Mysia, Cucinaconbenedetta.

Alessandro Effe

Autore: Alessandro Effe

Appassionato di nuove tecnologie cerco di aiutare le aziende a nascere e trovare la loro strada.
Amante della scrittura narrativa e lettore vorace. Un amore smisurato per la boxe ed il running.

Seppie in umido con piselli – La tradizione polesana tutto l’anno ultima modifica: 2019-05-13T07:25:51+02:00 da Alessandro Effe

Commenti

To Top