Teatri a Rovigo
curiositá

Prima del Teatro Sociale – I teatri a Rovigo dal seicento in poi

Passeggiando per piazza Garibaldi e passando accanto al Teatro Sociale non si può evitare di fermarsi per ammirarlo, dare un’occhiata ai cartelloni ed agli spettacoli in programma. Le opere al Teatro Sociale hanno dato a Rovigo una straordinaria tradizione musicale e grandissima nobiltà artistica. Eppure, andando a ritroso, scopriamo che a testimoniare il grande amore dei rodigini per la musica ed il teatro vi erano altri palcoscenici.

Il primo teatro della città, il Campagnella, risale infatti all’ultimo periodo del seicento e sorgeva all’incirca vicino all’attuale palazzo Ina sul Corso del Popolo. Si rappresentavano principalmente drammi musicali. Il primo spettacolo di cui si ha notizia è del 1683, Alcinoo e il periglio sprezzato, mentre l’ultimo è del 1727, Erginia mascherata. Come molti altri nobili luoghi, purtroppo, dopo essere stato chiuso viene abbandonato a se stesso e trasformato in magazzino per granaglie.

Parallelamente al Campagnella, sul finire del ‘600, è possibile registrare anche l’attività del teatro Manfredini, che prende il nome dal conte Marco Antonio Manfredini, che fu artefice della sua costruzione. Sorgeva in via Mazzini e rimase in attività per oltre 150 anni, passando di mano alla famiglia Venezze nel 1730 ed assumendone anche il nome. Il primo spettacolo di cui si ha notizia risale al 1698 col titolo de La tirannide punita.

Dopo il Campagnella

Teatri a Rovigo

Nel teatro Roncale furono proposte opere di grande pregio come quelle del Goldoni

Nel 1757 subisce un nuovo passaggio di mano cambiando proprietà a favore di Giuliano Roncale acquisendo anche in questo caso il nome del nuovo proprietario. Il teatro era costituito da 115 palchi di cui 66 di proprietà dei Roncale. Le stagioni seguivano quelle veneziane e furono rappresentate opere di Goldoni, Cimarosa, Fioravanti. I momenti di massimo splendore furono raggiungi in due occasioni. Nel 1781 con un ballo cui prese parte la duchessa Maria Amalia di Parma e con la rappresentazione de L’ombra di Fetonte in onore dell’imperatore austriaco Francesco I.

Divenuto ormai inadeguato alle richieste cittadine fu demolito nel 1851 per far posto al teatro Lavezzo.  Costruito l’anno successivo proprio alle spalle del Teatro Sociale rimase attivo fino al 1898, fu distrutto da un incendio. A questo periodo risale anche il l’inaugurazione del piccolo teatro Dante che ospitò anche le prime rudimentali proiezioni cinematografiche e che, quando venne demolito, nel 1940, fece posto al cinema Odeon.

Alessandro Effe

Autore: Alessandro Effe

Appassionato di nuove tecnologie cerco di aiutare le aziende a nascere e trovare la loro strada.
Amante della scrittura narrativa e lettore vorace. Un amore smisurato per la boxe ed il running.

Prima del Teatro Sociale – I teatri a Rovigo dal seicento in poi ultima modifica: 2018-02-20T16:47:49+00:00 da Alessandro Effe

Commenti

Prima del Teatro Sociale – I teatri a Rovigo dal seicento in poi
To Top