Renzo Piano cambierà piazza Cepol a Rovigo - itRovigo

itRovigo

Non categorizzato Personaggi Piazza Quartieri Vivere Rovigo

Renzo Piano cambierà piazza Cepol a Rovigo

Renzo Piano cambierà piazza Cepol, regalandole una nuova vita. Rovigo è infatti una delle tre città italiane che sono state scelte per il progetto G124, dedicato proprio alle periferie; un progetto portato avanti da un gruppo di lavoro dell’Università di Padova, guidato da Edoardo Narne, e dall’architetto di assoluta eccellenza Renzo Piano.

Gruppo G124
Renzo Piano e il G124 – dal profilo Facebook di Edoardo Narne

Una riqualificazione per piazza Cepol

Il progetto G124 nasce nel 2013, quando Renzo Piano è nominato senatore a vita dall’allora presidente della Repubblica Napolitano. Dal 2013 infatti, il famoso architetto genovese devolve il suo stipendio di senatore a vita per finanziare un team di architettura che coinvolge le periferie e i giovani sotto i 35 anni.

Quest’anno la scelta dei luoghi da riqualificare, oltre che su Napoli e Bari, è ricaduta su Rovigo. Per sostenere la cittadina e i suoi residenti, Renzo Piano e il gruppo di lavoro si occuperanno della piazza ex Cepol, situata in Commenda est, vicino alla chiesa di Santa Maria delle Rose; i lavori saranno finalizzati a farla rinascere per donarle un volto nuovo. La piazzetta è uno spiazzo di 3.300 metri quadrati, che più volte in passato si è cercato di valorizzare senza successo. Nel 2019, dopo mesi di stallo, erano stati affidati 40.000 euro al progetto di riqualificazione della stessa.

Dal 2021, inoltre, è intitolata a Jerry Essan Masslo, il rifugiato sudafricano simbolo della lotta al razzismo che nel 1989 venne ucciso a colpi di pistola da un gruppo di malviventi.

Il progetto G124

Oggi, dopo 2 anni, il team di Renzo Piano è pronto per portare nuova luce nella periferia di Rovigo con un progetto ambizioso e di portata nazionale. “Il grande progetto del nostro paese sono le periferie” afferma l’architetto; “la periferia fa parte del mio vissuto, sono nato e cresciuto a Pegli, nella periferia di Genova, vicino ai cantieri navali e alle acciaierie”. Ricordiamo infatti che, tra le sue opere, ce ne sono anche situate alle periferie di Londra, Parigi, Roma, Genova, Torino, Sesto San Giovanni.

Ma perchè il progetto si chiama così? La spiegazione, in realtà, è molto semplice. G sta per Giustiniani, palazzo in cui ha sede l’ufficio di Renzo Piano; 1 indica il piano dello stesso; 24, invece, è il numero attribuito alla stanza. Insieme G124, un team di architetti under 35 che producono progetti di rammendo sulle periferie per un anno di lavoro; tutto questo, retribuiti grazie allo stipendo messo a disposizione dal senatore e coordinati e aiutati da tutor e altre figure professionali.

Centre Pompidou
Il Centre Pompidou a Parigi

G124: coinvolgimento attivo per la cittadinanza

Grazie all’aiuto dell’architetto rodigino Paolo Lodi, il progetto di Renzo Piano è già iniziato e proseguirà nelle prossime settimane; coinvolgerà anche i cittadini che abitano e frequentano l’area per accumulare pareri e ascoltare le esigenze degli abitanti, ma anche per coinvolgere attivamente al lavoro chi vorrà sentirsi parte di questo ambizioso progetto. Un metodo chiamato “processo di autocostruzione” dallo stesso team, il quale prevede l’aiuto attivo di tutti, sia per il progetto che per i lavori da effettuare. Il progetto infatti, è aperto a qualsiasi privato e anche a sponsor e aziende che vogliano dare il loro contributo. É un’iniziativa con un grande valore sociale, pertanto più si è numerosi, più il significato verrà diffuso e condiviso.

Per questa possibilità si ringraziano anche l’amministrazione comunale e il nostro sindaco, Roberto Saro e la Fondazione Cariparo.

Renzo Piano cambierà piazza Cepol a Rovigo ultima modifica: 2022-02-23T05:25:57+01:00 da Francesca Braghin

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Julieta B. Mollo

Che bravo!

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x