Cultura Luoghi di interesse

Centro Turistico Culturale di San Basilio, una chicca ad Ariano

La vista esterna del centro turistico culturale di San Basilio

Il Polesine, e lo abbiamo già detto, è stata (ed è) terra ricca di storia e con grandi tradizioni archeologiche. Ne abbiamo presentato diverse. Di alcune tradizioni, poi, se ne conserva ancora un fervido ricordo che si prova a far rivivere anno dopo anno (come quello della centuriazione romana). Il Centro Turistico Culturale San Basilio è stato inaugurato nel 1995 per raccogliere alcuni reperti ritrovati durante gli scavi archeologici avvenuti in località San Basilio (frazione di Ariano nel Polesine – Rovigo) fra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80. I reperti sono esposti in tre vetrine.

La collezione

Nella prima sono conservati i ritrovamenti più antichi. Ceramiche di uso domestico sia paleoveneta che etrusca, di produzione locale ritrovata in un abitato del VI-V secolo a.C. Questo abitato sorgeva a ridosso della linea di costa. Nella seconda vetrina si trovano invece ceramica “fine” da mensa, lucerne per l’illuminazione notturna, aghi e spilloni in osso o corno, vetri e terra sigillata, ritrovati in una villa romana portata alla luce negli anni ’80 a poche centinaia di metri dal Centro San Basilio. Nella terza vetrina sono invece esposte parti della villa, alcune tegole, frammenti di intonaco dipinto e alcune numerose anfore ritrovate, simbolo del notevole passaggio di merci attraverso la via fluviale e quella di terra.

La piantina del centro turistico culturale di San Basilio

Nei dintorni della villa sono stati rinvenuti anche due grandi blocchi di marmo rosa di Domegliara (Verona). Sono squadrati, con spigolo spezzato e tracce di lavorazione, uno dei quali è posto all’esterno del Centro. Attualmente occupa un’area coperta di 523 metri quadrati ed ospita al suo interno i reperti più significativi tra quelli ritrovati durante le diverse campagne di scavo condotte dalla Soprintendenza ai Beni Archeologici del Veneto fra la fine degli anni ’70 e la fine degli anni ’80. La sezione archeologica, preceduta da una sezione geomorfologica con le principali trasformazioni subite dal territorio nel corso dei secoli, sarà a breve arricchita dalla ricostruzione virtuale del sito archeologico di S. Basilio offrendo la possibilità al visitatore di viaggiare idealmente nel tempo ripercorrendo le tappe della storia più antica di questi luoghi.

Il percorso della Memoria

L’attuale allestimento è il frutto di un finanziamento comunitario, Interreg Italia-Slovenia “Coast-to-Coast”. I grandi pannelli introduttivi, infine, derivano da un finanziamento della Regione del Veneto per il progetto “il percorso della Memoria”. Allestimento: L’edificio, a pianta quadrangolare, si sviluppa in un unico ambiente intorno ad un cavedio centrale, coperto da un tetto vetrato. Nel cavedio sono esposti reperti lapidei di età romana, tra i quali spicca il cassone di un grande sarcofago di marmo. Lungo il primo braccio della grande sala sono collocati diversi pannelli relativi alla sezione geomorfologica illustranti le principali trasformazioni subite dal territorio nel corso dei secoli.

L'interno del centro turistico culturale di San Basilio

A seguire, lungo la parete del braccio principale, sono collocate cinque vetrine. Esse contengono una scelta di reperti di età pre-romana e romana e due vetrine dedicate alla numismatica. La prima di queste, mostra una serie di monete romane in bronzo. Sono state rinvenute a San Basilio tra il 1976 e il 1980 durante gli scavi archeologici effettuati nella tenuta Forzello-Fondo Rocchi. La seconda ospiterà un tesoretto di denari d’argento di età romana repubblicana. Due pannelli illustrano gli scavi effettuati nella chiesa di San Basilio, mentre un terzo informa su gli ultimi ritrovamenti archeologici relativi ad un importante complesso paleocristiano.

Fonti: Beniculturali, Archeoveneto. Foto: Archeoveneto, Museluogocultura.

Alessandro Effe

Autore: Alessandro Effe

Appassionato di nuove tecnologie cerco di aiutare le aziende a nascere e trovare la loro strada.
Amante della scrittura narrativa e lettore vorace. Un amore smisurato per la boxe ed il running.

Centro Turistico Culturale di San Basilio, una chicca ad Ariano ultima modifica: 2019-04-23T09:45:36+02:00 da Alessandro Effe

Commenti

To Top