Le lingue in fiera, IV edizione: falsi miti, credenze e linguistica - itRovigo

itRovigo

Cosa Facciamo Dialetto Ottobre Rodigino Università

Le lingue in fiera, IV edizione: falsi miti, credenze e linguistica

Lingue e linguistica

La quarta edizione dell’evento “Le lingue in fiera” si è tenuta sabato 16 ottobre. Un’iniziativa inserita nell’ambito delle manifestazioni dell’Ottobre Rodigino, ormai giunto alla sua 539° edizione. L’evento si è potuto svolgere in presenza, nel rispetto di tutte le misure di sicurezza in vigore. L’organizzazione, inoltre, ha anche garantito la possibilità di assistervi a distanza; la diretta è stata trasmessa sulla pagina Facebook “La Dante – Rovigo”, dove è ancora disponibile la registrazione dell’incontro. La partecipazione è stata numerosa e ha coinvolto un pubblico molto variegato, che ha dimostrato grande interesse verso le questioni sollevate dai relatori.

Lingue E Linguistica

Le lingue in fiera – IV edizione

La quarta edizione di “Le Lingue in Fiera” si è svolta sotto forma di dialogo. Una conversazione tra il prof. Nicola Grandi, professore ordinario di Linguistica generale e Linguistica tipologica presso l’Unibo, dove dirige il Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica, e Michele Razzetti, linguista e giornalista divulgatore scientifico per Vanity Fair, Wired e GQ, con la moderazione del prof. Matteo Santipolo.

La questione al centro del dialogo tra i due esperti si centrava sui falsi miti che accompagnano la divulgazione scientifica in ambito linguistico.

I principali punti affrontati

Il primo punto affrontato è stato il tema tanto ambiguo quanto affascinante della relazione tra dialetti, italiani regionali e lingua standard nel nostro paese; in questo senso, la letteratura ha formulato e adottato numerose prospettive, talvolta discostanti, spesso basate su fattori strutturali per differenziare le tre definizioni. Tuttavia, nel corso del dialogo, sono emersi anche altri aspetti da considerare; in primis la rilevanza sociale che assumono le nozioni di dialetto e lingua (standard), in secondo luogo il modo in cui gli interlocutori percepiscono il codice linguistico che utilizzano.

Le Lingue In Fiera 2021
Le lingue in fiera 2021

Successivamente, i relatori si sono confrontati sul ruolo dell’Accademia della Crusca; come si orienta riguardo opinioni e usi linguistici dei parlanti? Spesso si presenta un’eccessiva necessità di promuovere gli usi “corretti” e condannare quelli “scorretti”. Invece, la giusta promozione di un linguaggio consapevole dovrebbe considerare che non esistono questi usi, bensì contesti in cui ogni espressione è più o meno appropriata. La scuola è ancora lontana da quest’ottica.

Riflettere per un linguaggio equo ed inclusivo

Per concludere l’intervento, a partire da molti esempi provenienti dai social media e da notizie di attualità, gli esperti hanno riflettuto anche sulla questione del genere al plurale in riferimento al linguaggio inclusivo. Gli spunti di riflessione offerti dal dialogo sono numerosi e di grande importanza. In generale, l’incontro ha fatto emergere la necessità di dover assumere un’opinione più informata al momento di trattare delle questioni linguistiche. Infatti, come per tutti gli aspetti della realtà che ci circondano, anche per i discorsi sulla lingua vale l’importanza di sviluppare giudizi e opinioni tramite informazioni valide e comprovate. A tal proposito, il mondo della scuola non solo dovrebbe essere pioniere, ma anche campo prediletto di applicazione di questa prospettiva.

Le Lingue In Fiera 2021
Le lingue in fiera 2021 – I relatori

Solo così il tentativo di evitare pregiudizi e false credenze può essere considerato efficace; questo non solo per favorire un’educazione linguistica equa e consapevole, ma anche per promuovere il rispetto delle identità linguistiche; identità che sono anche personali, di tutti gli individui appartenenti alla comunità sociale di cui facciamo parte.

Le lingue in fiera: un ringraziamento agli organizzatori

Organizzatrice dell’incontro è la Società Dante Alighieri insieme al Comitato di Rovigo, presieduto da Mirella Rigobello; questo in collaborazione con la sezione di Rovigo di ANILS, presieduta da Benedetta Garofolin, con la sponsorizzazione di Loescher, Intercultura, Trinity e Educo, sponsorizzato da ASM SET. La direzione scientifica, invece, è stata di Matteo Santipolo, professore ordinario di Didattica delle lingue moderne presso l’Università di Padova e ideatore dell’iniziativa. Si ringraziano l’Assessorato alla Cultura del Comune di Rovigo, il Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari dell’Università di Padova e l’Accademia dei Concordi per il patrocinio.

Articolo redatto con la collaborazione di Elisa Padoan, che ringrazio.

Le lingue in fiera, IV edizione: falsi miti, credenze e linguistica ultima modifica: 2021-10-29T15:53:59+02:00 da Francesca Braghin

Commenti

Subscribe
Notificami
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Los invitamos a leer esta nota.

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x