itRovigo

Cosa Vedere Eventi Musei Turismo

L’inaugurazione delle opere di Robert Doisneau a Palazzo Roverella

Taglio Del Nastro

Come già anticipato ad agosto con l’articolo di Elisa Padoan, la meravigliosa fotografia e le opere di Robert Doisneau sono arrivate anche a Palazzo Roverella; nella giornata di ieri 22 settembre, infatti, è stata inaugurata la nuova mostra. L’esposizione sarà visitabile fino al fine gennaio 2022 ed è organizzata grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Sarà certamente un viaggio intenso ma molto piacevole tra letteratura e musica.

L’inaugurazione della nuova mostra

Il taglio del nastro per l’apertura della nuova esposizione ha visto presente il sindaco di Rovigo, Edoardo Gaffeo; durante questa importantissima occasione, Gaffeo ha dichiarato che “Palazzo Roverella stupisce ancora, con un vero e proprio cambiamento di linguaggi di natura artistica. Passiamo dalla capacità di apprezzare esplosioni di colori, alla potenza espressiva del bianco e nero, con le opere del grandissimo talento Robert Doisneau.”

Taglio Del Nastro
Il taglio del nastro da parte del sindaco Gaffeo per l’inaugurazione della mostra.

Successivamente ha affermato che per l’amministrazione è un onore essere partner di questo progetto che non avrebbe potuto aver luce senza la Fondazione Cariparo, ringraziata per lo sforzo anche in termini di capacità di elaborazione culturale. Ha poi ringraziato anche all’Accademia dei Concordi, il curatore Gabriel Bauret e tutti coloro che hanno collaborato per realizzare questo nuovo prezioso evento culturale.

Una parola anche da parte del curatore Gabriel Bauret, che parla dell’artista Doisneau: “Ha legato alle sue passeggiate parigine scrittori come Blaise Cendrars o Jacques Prévert; si è nutrito della loro personalità, fino a realizzare in sinergia con loro dei progetti editoriali in cui fotografia e letteratura si incontrano.”

La street photography di Robert Doisneau

Robert Doisneau
Robert Doisneau – ritratto

Robert Doisneau è un fotografo francese noto per il suo approccio poetico alla street photography. Ha intrapreso l’attività di fotografo all’inizio degli anni Trenta, continuando anche durante l’Occupazione e la Liberazione. Le sue opere mostrano l’appartenenza a una precisa generazione, nonché raccontano le sue origini sociali, testimoniando le tante sfaccettature e i contrasti dell’umanità che lo circonda. Ma non solo, Doisneau ha anche forgiato una personalissima visione del mondo che ancora oggi continua a incantare. La quantità di personaggi e storie che popolano la sua opera si traduce in un’artistica filosofia di vita.

Robert Doisneau è stato il miglior fotografo in grado di usare le immagini per raccontare la “francesità”. Le sue fotografie sono impregnate dell’anima di un’intera nazione e ne sono diventate poi sinonimo dello stile di vita.

La sua biografia è raccontata in modo più approfondito nell’articolo sopraccitato.

Le opere di Robert Doisneau: il Bacio davanti all’hotel De Ville

La sua opera maggiormente conosciuta è Bacio davanti all’hotel De Ville. La foto è stata scattata nel 1950 e ritrae il bacio di una coppia di ragazzi tra le vie parigine. Non è stata una foto scattata per caso: Doisneau chiese ai due giovani di posare per lui mentre stava realizzando il servizio per la rivista Life. I due ragazzi sono Françoise Bornet, studentessa di teatro, e il suo ragazzo, Jacques Carteaud. L’identità rimase sconosciuta per più di quarant’anni, fino a quando Denise e Jean-Louis Lavergne non si presentarono alla televisione francese sostenendo di essere i protagonisti e denunciando l’artista per averli fotografati senza permesso.

Il Bacio Di Doisneau
Il Bacio davanti all’hotel De Ville – Robert Doisneau

L’accaduto portò Doisneau a spiegare che, essendo i ragazzi in posa, era chiaramente stato chiesto loro il permesso. A quel punto Françoise Bornet, dopo quarant’anni dallo scatto, tornò dal fotografo e dimostrò di essere la ragazza immortalata mostrandogli la copia autografata della stampa lui stesso le aveva inviato pochi giorni dopo averla sviluppata. Stampa che poi Françoise vendette per 155.000 euro.

L’inaugurazione delle opere di Robert Doisneau a Palazzo Roverella ultima modifica: 2021-09-24T10:33:33+02:00 da Francesca Braghin

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x