Vasilij Kandiskij approda a Palazzo Roverella - itRovigo

itRovigo

Arte Musei

Vasilij Kandiskij approda a Palazzo Roverella

Vasilij Kandiskij Roverella

Vasilij Kandiskij approda a Palazzo Roverella con una nuova mostra, resa possibile grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio Padova-Rovigo e, ovviamente, al nostro comune. Non solo, si potrà approfondire la ricerca sui mille enigmi creati da questo autore anche grazie all’ampia retrospettiva curata da Paolo Bolpagni e Evgenia Petrova, per conto dello stesso Roverella.

La grande mostra su Vasilij Kandinskij si potrà ammirare dal 26 febbraio al 26 giugno 2022, nella prestigiosa sede espositiva rodigina.

Vasilij Kandiskij Roverella
La mostra a Palazzo Roverella

Vasilij Kandiskij dal punto di vista dei curatori

Vassily Kandinsky
Vasilij Kandiskij

I curatori della mostra, Bolpagni e Petrova, affermano che: «Dopo alcune mostre mirate a porre in risalto singoli aspetti di Kandinskij, l’obiettivo di questo progetto è di aiutare a cogliere l’arco unitario del percorso dell’artista». Questo è ciò che avverrà «individuandone le costanti che, dai primi anni del Novecento sino alla fine, innervano il suo modo personalissimo di dipingere; la ricerca di un’autenticità interiore, la volontà di creare un mondo visivo nuovo e libero, il riferimento alla musica, l’irrazionalismo spiritualistico; ancora, il legame con l’arte popolare russa e soprattutto con le espressioni creative dei popoli della Siberia, le cui tracce agiscono alla stregua di un fil rouge. La componente musicale e quella etnografica rivelano una comune radice spiritualistica».

Tutto questo in un periodo durante il quale, poco a poco, si assiste al lento e graduale passaggio dalla figurazione all’astrazione; un passaggio che si impone come chiave di volta di una delle rivoluzioni più radicali della pittura della prima metà del XX secolo.

Kandiskij e la sua espressione

L’artista apporta un contributo enorme alla creazione di una forma espressiva basata su nuovi presupposti. I curatori continuano sottolineando la molteplicità di enigmi che continuano ad essere presenti nell’analisi del percorso di Kandiskij. Questo nonostante il grande lavoro storico-critico eseguito da molti studiosi, anche negli ultimi decenni. Il linguaggio artistico che ha sconvolto il Novecento è nato da numerose matrici; in primis dalla musica e dalla sua influenza sull’autore, ma anche dalla cultura popolare contadina della Russia profonda. Si aggiungono poi case, mobili e costumi variopinti che riscoprì nel corso di una spedizione nel territorio della Vologda, in Siberia.

Un’opera dell’artista

Il fascino di Kandinskij risiede anche nella sua imprendibilità, nello sfuggire a spiegazioni del tutto razionali. E questo è ciò che scaturisce anche dalla mostra. E l’obiettivo dell’esposizione pensata per il Roverella è di analizzare il costante mutare ed evolvere della sua arte evocativa e visionaria, anzitutto nel passaggio fondamentale dalla figurazione all’astrattismo, nella dialettica tra libertà espressiva e princìpi ordinatori.

Anche la suddivisione pensata per le sezioni della mostra d’arte rodigina mette in risalto la volontà dei curatori di porre attenzione sulla vicenda Kandiskij in modo originale; si comincia dagli esordi dell’artista nell’ambiente di Monaco di Baviera, per poi passare a Murnau, dove la sua arte è diventata più spirituale; si sfocia successviamente nel momento magico del “Cavaliere Azzurro”. Momento che è anche quello della conquista dell’astrattismo, tra il 1911 e il 1914. Da qui si procede con il ritorno in Russia e l’esperienza al Bauhaus, per concludere con gli ultimi anni in Francia.

Un’opera dell’artista

Un percorso puntuale, quindi, che entra nel vivo di tutti i momenti creativi di Vasiliji Kandinskij, documentandoli in mostra attraverso una sequenza di opere; opere di qualità, che difficilmente si sono potute ammirare in una mostra italiana su di lui. Opere concesse da musei russi, innanzitutto, ma anche da numerose istituzioni europee.

Insomma, una mostra da non perdere, per riflettere e addentrarsi nella vita dell’artista come mai prima.

Vasilij Kandiskij approda a Palazzo Roverella ultima modifica: 2021-12-24T20:03:24+01:00 da Francesca Braghin

Commenti

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x