RoviGoto
Cibo

La tradizione che unisce – Ritorna il format firmato RoviGoto

Il 2013 è l’anno in cui si svolge la prima edizione del RoviGoto. Una versione ridotta rispetto a quella attuale. Al tempo è stata una scelta voluta. Allora c’erano solo nove tappe ed un unico percorso. Come prende forma questo evento così sentito? Dalla volontà di una cerchia di persone legate fra loro da un comune sentimento. Iniziamo a raccontarvi la storia dal principio. Nel 2004 nasce la Confraternita del Bavarolo. E’ passato molto tempo da quando quel gruppo di amici ha intrapreso questa strada, in cui si tenta di condividere dei valori, cercando anche di regalare occasioni di convivialità. Tutto ha vita per scherzo. Uno scherzo che si trasforma velocemente in sfida, dove si definisce la meta da raggiungere all’istante. L’obbiettivo è presto detto: valorizzare il nostro territorio. Può sembrare banale, ma non tutti amano mettersi in gioco e rischiare anche per gli altri.

Negli anni si è fortemente evoluto ed ampliato il progetto. Si è deciso inizialmente di creare questa manifestazione enogastronomica itinerante che prevede, oltre la classica degustazione di vini, di passeggiare per le vie della città avendo la possibilità di riscoprire anche il nostro centro storico. Ultimamente davvero troppo bistrattato, poverino. Essendo l’evento dislocato in quest’area, si ha comunque l’occasione di uscire dal circondario delle due piazze principali. Dal 2013 i Confratelli della Confraternita si sono lanciati in questa avventura, che ha dato da subito grandissime soddisfazioni. L’edizione dell’anno scorso è saltata, perchè purtroppo è mancato Ugo Fiocchi, padre guardiano e asse portante per tutti noi. Un momento di transizione necessario, per metabolizzare ciò che era accaduto.

Il progetto

RoviGoto RoviGoto

Comunque, nel 2016 ci sono stati 2 percorsi separati e abbiamo coinvolto ben 1300 persone. Abbiamo quasi triplicato i partecipanti rispetto alla prima volta. Quest’anno replicheremo il format con 7 tappe per ciascun cammino. Coinvolgeremo più locali, che anche se si trovano fuori dal centro, avranno la possibilità di aderire grazie all’ausilio di stand. Ad esempio la Trattoria Da Nadael’Enoteca San Daniele e l’Azienda Agrituristica Valgrande. Andremo dall’antipasto al dolce. E per la prima volta, oltre alla Gelateria Godot, ci sarà anche l’Azienda Agricola Valier. Siamo felicissimi di questa adesione.  Un bel pezzo della nostra storia sarà con noi. Faranno ovviamente il loro dolce con le noci.

Annavittoria Colazzo, che si occupa dell’organizzazione, mi racconta qualche dettaglio con enorme passione, orgoglio ed entusiasmo. Devo dire che mi ha contagiata immediatamente e restare neutrali è stato durissimo. Anzi, sono certa di non esserci riuscita. Poco mi importa in realtà, perchè chiunque voglia mettere in luce Rovigo, merita applausi a non finire. Ci saranno, naturalmente, gli Psycodrummers, che ormai sono una tradizione del RoviGoto. Ma anche un altro gruppo sarà presente: gli Salt & Pepper, che si esibiranno con jazz, fusion, ritmi latini e i grandi della musica italiana. Per stare in compagnia e trascorre liete ore immersi nella tradizione, le strade da poter percorrere sono: la via dell’ambra o quella del sale.

Sempre nuove idee

RoviGoto

Non manca proprio nulla nella loro mirabolante programmazione. Addirittura hanno coinvolto anche il FAI Giovani Rovigo. Ed ecco che colorano assieme questo progetto con FAI un altro Goto, in un clima di estrema collaborazione.
Abbiamo trovato grande entusiasmo da parte loro. Sono bravissimi. Hanno molta energia e tantissima inventiva. Faranno un giro per le osterie di un tempo. Si sono studiati molti articoli dagli anni ’40 in poi per la giornata. Fantastici. FAI un altro Goto è aperto a tutti, non solo a chi partecipa al RoviGoto. Racconteranno delle routine in epoca passata, riscoprendo i luoghi principali e i percorsi culinari.

Dal pomeriggio del 15 Settembre partiranno per fare questo giretto per la città e allestiranno anche una mostra fotografica nella sala della Gran Guardia con le foto di Rovigo di un tempo. A mettere in fila tutto, mi sto rendendo conto che c’è tanta carne al fuoco. Un’altra novità è la maratona fotografica. Cinque temi verranno proposti ai partecipanti e poi via a scattare foto in giro per Rovigo. Siamo a tutto tondo. Stiamo studiando ancora le modalità di gestione e a breve daremo maggiori dettagli. Fase di definizione, ma si farà certamente.

Partecipare è semplice

RoviGoto

Le preiscrizioni si possono fare nei locali aderenti all’evento dal 20 Agosto, oppure online con la compilazione di un semplice modulo disponibile sul loro sito www.rovigoto.com dal 31 Agosto. L’iscrizione avverrà il giorno stesso della manifestazione, ossia il 15 Settembre. In caso di maltempo, c’è già pronto un grandioso piano B. La parola rimandare non fa parte del loro vocabolario. Non è contemplata. Figurarsi la parola annullare. Troppo duro lavoro per fermarsi al primo ostacolo. I vini sono eccezionali: CollisMonte dei Roari e Monte del Frà. I preparativi solitamente iniziano a Gennaio, con una divisione dei compiti a seconda del tempo che ognuno può dedicarvi, dato che non è il loro lavoro principale. Il Padre Guardiano, Edo Boldrin, tiene assieme a Virna Civiero le fila del lavoro, incastrando gli ingranaggi in modo perfetto, grazie ad una supervisione necessaria per avere un quadro completo. Tutti i Confratelli del direttivo collaborano per ottenere un risultato pazzesco.
Ormai è parte di noi. Di Rovigo. Quindi partecipiamo, rendendo la città piena di vita, in modo attivo e in prima persona. Valorizziamo il nostro passato, le nostre tradizioni, la nostra cucina. Grazie alla verve che ci regala la Confraternita, curiamo anche questo lato vivace e brioso che ci appartiene, ma che a volte trascuriamo.

38200073 1814490505284075 2054469611444764672 N

Via dell’Ambra
Il Punto della Bice, Trattoria da Nadae, Ristorante le Betulle, Gran carni Group, Ristorante Alicanto, Trani Osteria Burgheria Cocktail, Azienda Agricola Valier.

Via del Sale
Dal Moro, Trattoria Al Ponte, Enoteca San Daniele, Hostaria Zestea, Azienda Agrituristica Valgrande, Dispensa Ferrari, Gelateria Godot.

 

Foto da facebook RoviGoto.
Sibilla Zambon

Autore: Sibilla Zambon

Rodigina, ingegnere informatico, appassionata di viaggi e tecnologia, mamma sprint e cuoca per diletto!

La tradizione che unisce – Ritorna il format firmato RoviGoto ultima modifica: 2018-08-20T11:28:24+00:00 da Sibilla Zambon

Commenti

La tradizione che unisce – Ritorna il format firmato RoviGoto
To Top