itRovigo

Cosa Vedere Cultura

Io suono italiano, I play italian: progetto musicale internazionale

Note2

Il progetto Io suono italiano è ideato dall’Istituto Italiano di Cultura di Mumbai in occasione del Festival della cultura italiana in India; vede la collaborazione della Poona Music Society e del Teatro Sociale di Rovigo; ed è realizzato dall’Associazione Mendelssohn.

Io suono italiano Scorcio Teatro Sociale Tricolore
Il Teatro Sociale di Rovigo, partner del progetto Io suono italiano, I play italian – Foto: Elisa Padoan

Il 21 marzo 2021 il primo appuntamento di una serie ancora inedita di sei concerti on line; sono dedicati alla musica di compositori italiani; ed eseguiti da musicisti italiani su strumenti italiani; pensati appositamente per il pubblico indiano.

Io suono italiano e Vivaldi
Il celeberrimo ritratto presunto di Antonio Vivaldi conservato nel Museo internazionale e biblioteca della Musica di Bologna.

Io suono italiano: Italian Cultural Center di Mumbai e Poona Music Society

In un anno imprevisto per la cultura italiana e per quella del mondo, questa serie di concerti è stata fortemente voluta dall’Italian Cultural Center di Mumbai – racconta la sua direttrice, Francesca Amendolaper creare
un’esperienza di condivisione, anche solo virtuale, tra i musicisti italiani e il pubblico di Mumbai e dell’India
; è nata grazie alla collaborazione dell’illustre Poona Music Society e alla partecipazione entusiasta dell’Associazione Mendelssohn e del Teatro Sociale di Rovigo. Oggi più che mai arte e musica emergono come strumenti privilegiati per permetterci di comunicare; ed anche per raccontare e condividere la bellezza; anche qui in India, superando ogni barriera geografica e storica.

Io suono italiano e Mumbai
Veduta di Mumbai – Foto: Pixabay

Il Teatro Sociale di Rovigo, partner del progetto

Il Teatro Sociale di Rovigo è onorato di far parte di un progetto così prestigioso, portando nel mondo una delle arti performative più rappresentative del nostro Paese; aggiunge il Maestro Luigi Puxeddu, direttore artistico del Teatro Sociale. Il suo pensiero è pienamente condiviso dall’assessore alla Cultura Roberto Tovo; questo progetto testimonia ancora una volta, come la cultura non abbia confini e possa essere il trait- d’union di culture e mondi diversi. Siamo davvero felici di poter far parte di questa iniziativa.

L’antica e grande tradizione della musica italiana

La tradizione della musica italiana ha radici molto profonde, afferma Roberto Prosseda, co-ideatore e curatore artistico del progetto. L’opera lirica è nata a Firenze; anche il pianoforte è stato inventato da un italiano, il padovano Bartolomeo Cristofori.

Bartolomeo Cristofori
Il padovano Bartolomeo Cristofori, l’inventore del pianoforte – Foto: Wikipedia
Pianoforte Cristofori 1722
Fortepiano costruito da Bartolomeo Cristofori nel 1722 – Foto: Wikipedia

La grande tradizione della liuteria cremonese, da Amati a Guarneri a Stradivari; è anche questo un fiore all’occhiello dell’artigianato italiano; si esprime ai massimi livelli nel campo della costruzione di strumenti musicali; lo dimostrano ad esempio, aziende come Fazioli; è attualmente tra le più apprezzate al mondo per la produzione di pianoforti da concerto. Il progetto intende, quindi, rafforzare la forte identità della cultura italiana; e lo fa attraverso i suoi capolavori musicali.

Io suono italiano, I play italian; ricco repertorio musicale

Nei sei concerti trasmessi in streaming sul canale Vimeo della Poona Music Society, si potranno ascoltare i repertori in programma; coprono quattro secoli di musica; da Girolamo Frescobaldi e Antonio Vivaldi alla musica contemporanea di Ennio Morricone, Azio Corghi e Francesco Filidei; e passando naturalmente per Rossini, Donizetti, Verdi, Paganini e Puccini. Tutti i programmi alternano musiche celebri a brani rari; lo scopo è quello di offrire un itinerario musicale vario e stimolante. La meravigliosa cornice del Teatro Sociale di Rovigo e la sua rinomata acustica, offriranno al pubblico indiano e internazionale la possibilità di vivere il calore di un teatro storico. Le riprese sono curate da Zeta Group; regia di Daniele De Plano. Tecnico del suono: Matteo Costa.

Teatro Sociale Interni
Interni Teatro Sociale di Rovigo – Foto: sito web osservatoriospettacoloveneto.it

Io suono italiano, I play italian; musicisti straordinari

Il primo concerto del 21 marzo 2021 ha visto protagonista Maurizio Baglini; si tratta di uno dei pianisti italiani più affermati a livello internazionale. Il suo programma dal titolo Quattro secoli di musica italiana per tastiera inizia con Domenico Paradisi; per passare poi agli Studi di Paganini – Liszt; ed infine ai brani recenti di Azio Corghi, Francesco Filidei. La serie proseguirà l’11 aprile con il recital vocale del celebre soprano Maria Luigia Borsi; sarà accompagnato al pianoforte da Antonio Artese con arie e romanze italiane di Tosti, Leoncavallo, Puccini; ed anche di Catalani e Brogi. Il 25 aprile sarà il turno di Andrea Oliva; è uno dei flautisti contemporanei più apprezzati; inizierà il suo programma con la brillante Sonata di Donizetti; seguiranno brani virtuosistici di Briccialdi e Morlacchi ispirati all’opera italiana. La musica italiana del Novecento sarà invece rappresentata dalle composizioni di Rota e Morricone in chiusura di concerto.

Ennio Morricone
Ennio Morricone – Foto: Wikipedia

La musica del periodo barocco

Si passerà al periodo barocco con il concerto del 9 maggio del grande mezzosoprano rodigino Marina De Liso; vedrà la presenza di Roberto Loreggian al cembalo e di Nicola Dal Maso al violone. Il programma dal titolo Amare, ma non troppo – gioia e tormenti senza tempo alternerà arie di Frescobaldi e Monteverdi a rare arie di Barbara Strozzi, Benedetto Ferrari e Felice Sances.

Il recital pianistico di Roberto Prosseda

Il recital pianistico di Roberto Prosseda andrà in streaming il 25 maggio; inizierà con rari brani per pianoforte di Rossini e Verdi; e passerà poi alle musiche di Rendano, Caetani e Dallapiccola. La serie si chiuderà il 13 giugno con il secondo programma barocco; questa volta sarà affidato al violino di Federico Guglielmo; presenterà brani di Tartini, Vivaldi e Matteis, con Roberto Loreggian al cembalo.

Io suono italiano, I play italian: progetto musicale internazionale ultima modifica: 2021-03-23T08:30:00+01:00 da Elisa Padoan

Commenti

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Doati Marco

Rovigo collabora con l’India per laccatura italiana

Julieta B. Mollo

👏🙌

To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x