Eventi Maggio Rodigino

“Rosa canta e cunta”, la meraviglia di Rosa Balistreri

La locandina dello spettacolo su Rosa balistreri

Debutta questa sera, 24 maggio, alle ore 21, lo spettacolo “Rosa canta e cunta”. La cornice è quella, splendida, del Teatro Sociale di Rovigo. Lo spettacolo è dedicato al coraggio meraviglioso della siciliana Rosa Balistreri. Protagonista dello spettacolo, prodotto da Minimiteatri e con la regia di E.M. Piva: Cristina Donadio. La voce narrante è di Paolo Rossi e le musiche della stessa Rosa Balistreri. Saranno eseguite dal vivo da Debora Troia, Rocco Giorgi, Tobia Enrico, Dario Sulis, rispettivamente : voce, chitarra, violino, percussioni.

Rosa Balistreri

Rosa Balistreri (1927-1990) è stata una delle protagoniste della riscoperta della musica folk italiana negli anni Sessanta e Settanta. Nata a Licata è denominata “la Voce della Sicilia”. Iscritta nel “Registro delle Eredità immateriali della Sicilia – Libro delle pratiche espressive e dei repertori orali”, ha alle spalle una vita familiare e di lavoro tormentata e sofferta. Si trasferisce a Firenze negli anni Cinquanta. Entra in contatto con una generazione di artisti. Essi iniziano a valorizzare le sue doti musicali. Tra gli altri : Dario Fo, Ignazio Buttitta, Manfredi Lombardi. Viene consacrata dalla critica come figura di moderna cantastorie. Rosa diviene portavoce della sua Terra : la Sicilia. Della condizione femminile e della lotta alle mafie.

Una immagine di Rosa Balistreri

Personaggio anticonformista e dalla vita tormentata, Rosa Balistreri è cresciuta in una Sicilia tradizionalista e conservatrice. In un luogo dove le donne che esprimevano le loro attitudini artistiche venivano emarginate ed etichettate. Una storia attraversata dalla fatica e dal dolore oltre che dalla lotta e dalla conquista della libertà. Attraverso una delle arti più potenti: la musica. Una donna coraggiosa e non incline al compromesso. Parlava il suo dialetto in qualsiasi contesto e cantava le storie di mafia e di libertà. “Il coraggio di vivere di Rosa – spiega la direttrice artistica Letizia E. M. Piva – ha dell’incredibile. Ho voluto raccontare la sua vita attraverso la potente magia del palcoscenico. Un’artista, Rosa Balistreri, che ha fatto della sua musica la sua stessa salvezza. Sapendo anche rialzarsi e ricostruirsi sempre. Una donna che ha denunciato e che si è schierata dalla parte degli oppressi“.

Il dopo spettacolo

Rosa canta e cunta”, scritto e diretto da Letizia E. M. Piva, porta in scena il racconto di una storia eccezionale, quella di Rosa Balistreri. Attraverso l’intensità di Cristina Donadio. Ripercorrendo luoghi e sensazioni dei momenti più decisivi della sua vita. Umana ed artistica. Intervallato dalle narrazioni di Paolo Rossi, saranno eseguite dal vivo le canzoni di Rosa Balistreri, dalla cantante Debora Troìa (vincitrice del Premio “Rosa Balistreri”) e dai musicisti che hanno collaborato con la cantastorie (Rocco Giorgi, Dario Sulis, Tobia Enrico Vaccaro). Con una sapiente tessitura registica, lo spettacolo prevede la testimonianza di chi ha vissuto con Rosa i momenti narrati: il nipote Luca Torregrossa.

Rosa balistreri alla chitarra

Al termine dello spettacolo, quindi, la giornalista Micol Andreasi intervisterà gli ospiti della serata. Cristina Donadio, attrice, autrice e regista, ha iniziato la sua carriera giovanissima con il suo primo amore: il teatro. Vitale, energica e passionale, a soli diciotto anni, debuttò al cinema in “Il regno di Napoli” di Schroeter. Indimenticabile nel ruolo della boss camorrista Scianel di “Gomorra”, è uno dei volti più intensi che hanno attraversato il panorama artistico d’autore in questi anni. Lo spettacolo è inserito tra gli “Eventi Speciali” del Teatro Sociale di Rovigo, nel Maggio Rodigino promosso dalla Fondazione per lo Sviluppo del Polesine, partecipa alla Giornata dedicata alla Legalità – Anniversario della “Strage di Capaci” e conclude la quinta edizione di “Donne da Palcoscenico”.

Fonte: Teatro Sociale. Foto: Teatro Sociale, Sicilianfan, Radio Luca

Alessandro Effe

Autore: Alessandro Effe

Appassionato di nuove tecnologie cerco di aiutare le aziende a nascere e trovare la loro strada.
Amante della scrittura narrativa e lettore vorace. Un amore smisurato per la boxe ed il running.

“Rosa canta e cunta”, la meraviglia di Rosa Balistreri ultima modifica: 2019-05-24T16:23:58+02:00 da Alessandro Effe

Commenti

To Top