31143893 10156307541309819 8465854090625155072 N
curiositá

Il pesce azzurro del Delta del Po – Ricetta delle sarde in saor

Il pesce azzurro abbonda nel nostro Mare Adriatico ed il periodo migliore per pescarlo va da Aprile a Novembre. Non rappresenta una specie ben definita, ma indica tutti quei pesci con il dorso blu scuro cangiante in verdastro e ventre argentato. Non ha squame. Solitamente hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo. Carico di Omega3 e grassi insaturi, altamente digeribile e ricco di sostanze utili per lo sviluppo cerebrale. C’è una raccomandazione utile da fare: non mangiatelo crudo. Hanno un verme che si annida all’interno del loro stomaco, un parassita! Ad ogni modo, se proprio non riuscite a fare a meno di una tartare di tonno, accertatevi che sia stato abbattuto a -25° C per almeno un giorno.

Vivono in branchi e si nutrono di plancton. Ne siamo davvero ricchi soprattutto nell’area delle lagune Polesane ed è al porto di Pila che si trovano i migliori pescatori ed il mercato più importante. Il nostro pesce azzurro è un vanto regionale e nazionale. Siamo nel periodo perfetto per farne scorpacciate! Allora approfittiamone! Si possono degustare in agrodolce o in salamoia, così da esaltarne il sapore. Oggi proponiamo le famose sarde in saor! Questo tipo di condimento veniva utilizzato dai pescatori per conservare più a lungo il pesce, sgrassandolo dal suo tipico gusto oleoso.

Ricetta sarde in saor

Sarde in saor
Foto Bocca del Fuoco

.

INGREDIENTI:

sarde fresche;
2 grosse cipolle;
foglie di alloro fresco;
2 bicchieri di aceto di vino bianco;
farina bianca tipo 00;
uvetta;
pinoli;
olio per friggere;
sale.

PROCEDIMENTO:

Lavate accuratamente le sardine, pulitele togliendo testa e interiora. Infarinatele e friggetele in abbondante olio bollente. Una volta rosolate da ambo le parti, riponetele su carta assorbente e salatele. Soffriggete la cipolla, tagliata finemente, fino a farla imbiondire nell’olio utilizzato per le sarde (non tutto ovviamente). Versatevi sopra l’aceto e lasciatela cucinare per qualche minuto assieme alle foglie d’alloro, che starete attenti ad eliminare.
Ora sistemate in un contenitore un primo strato di sarde, alternandolo alla cipolla unita all’uva sultanina precedentemente ammollata, che fra l’altro aiuta la digestione, e i pinoli. Alla fine versatevi sopra la salsa risultante dalla preparazione della cipolla. Mettete a riposare in frigo gustando il piatto l’indomani, ma meglio ancora sarebbe dopo due giorni. Vi consiglio di accompagnarlo ad un’ottima fettina di polenta abbrustolita!

Buon divertimento e buon appetito!

 

Foto copertina I love Italian food.
Sibilla Zambon

Autore: Sibilla Zambon

Rodigina, ingegnere informatico, appassionata di viaggi e tecnologia, mamma sprint e cuoca per diletto!

Il pesce azzurro del Delta del Po – Ricetta delle sarde in saor ultima modifica: 2018-04-23T11:53:09+00:00 da Sibilla Zambon

Commenti

Il pesce azzurro del Delta del Po – Ricetta delle sarde in saor
To Top