Piazzetta Annonaria
luoghi di interesse

Piazza Annonaria – Il simbolo del mercato cittadino

Se ci si lascia alle spalle Porta San Bartolomeo, si apre uno degli angoli più suggestivi della città. A destra, Piazza Merlin, occupata dalla fontana, nata durante il ventennio. Al suo posto sorgeva uno dei ghetti più caratteristici d’Italia, con cortili, botteghe e sinagoga. A ricordarlo, una lapide posta sul portone principale. L’accesso era regolato da tre porte, una di queste è ancora visibile all’ingresso di Piazza Annonaria.

Ai rodigini è assai cara la chiesa di Sant’Antonio Abate, popolarmente ribattezzata Chiesa di San Domenico che apre le sue porte subito dopo l’ingresso alla piazzetta. Insieme all’oratorio, inizialmente, vi era un ospedale, fondato nel ‘400 dalla famiglia Casalini e dedicato, appunto, a Sant’Antonio Abate. Ricostruito e poi ampliato nel XVI secolo fu successivamente trasformato in convento. Fu utilizzato in prima battuta dai frati Domenicani per poi passare, nel tardo Settecento, alle monache terziarie.

Oggi, di tutto il complesso, rimane la chiesa, il convento è stato demolito nel 1859 ed adibito a mercato annonario. La piazzetta ripropone infatti la pianta dell’antico chiostro. La chiesa fu consacrata nel 1543 e fu più volte restaurata, soprattutto negli ultimi decenni dell’800. L’interno ha mantenuto invece la pianta originaria e i suoi spazi semplici. Dentro vi sono alcune opere di pregio, come, tra le altre, il busto di Sant’Antonio Abate ed una statuetta di Cristo di Antonio Fasolato.

Tra botteghe e futuro

Piazza Annonaria

La chiesa fu anche sede della devozione alla Vergine del Rosario in Polesine, dove erano fiorite, a cavallo tra il Cinquecento ed il Seicento, tali confraternite. Oggi la Piazza è luogo che mantiene intatto il nome da cui prese simbolo, cioè quello del mercato annonario. Al suo interno, botteghe soprattutto alimentari, in un contesto splendido che sta ancora cercando la giusta strada di riqualificazione. E’ stata infatti oggetto di un progetto, di cui parleremo in un prossimo articolo, che ha mirato a cercare la giusta strada ed il giusto contesto per uno spazio centrale e nevralgico.

Se ne è occupata con grande entusiasmo l’associazione Tumbo, ridando vita e voce ad un luogo che è al centro della base pentagonale delle vecchie mura cittadine. Come tale, speriamo abbia lo splendore che merita.

 

Foto: RovigoDiscovery; La Voce di Rovigo

Alessandro Effe

Autore: Alessandro Effe

Appassionato di nuove tecnologie cerco di aiutare le aziende a nascere e trovare la loro strada.
Amante della scrittura narrativa e lettore vorace. Un amore smisurato per la boxe ed il running.

Piazza Annonaria – Il simbolo del mercato cittadino ultima modifica: 2018-03-30T11:32:39+00:00 da Alessandro Effe

Commenti

Piazza Annonaria – Il simbolo del mercato cittadino
To Top