I RODIGINI RACCONTANO ROVIGO

itRovigo

Chiese Cicerone Cosa Vedere Edifici Storici Itinerari Siti Religiosi

Rovigo religiosa, piccoli gioielli tutti da vedere

rovigo religiosa

A partire dal X secolo, nel momento in cui il Polesine vede sorgere numerose fortificazioni con castelli e mura a difesa dei centri abitati, si sviluppano ovunque molte comunità religiose. Esse portarono nuova vita nella vita economica e culturale della provincia fino a tutto il XIX secolo. Possiamo citare, come esempio dei grandi centri monastici benedettini, l’Abbazia della Vangadizza, a Badia Polesine. Un complesso risalente al X secolo con campanile, convento e chiostro. O ancora il Santuario della Madonna del Pilastrello a Lendinara. E poi, proseguendo verso Adria, la Cattedrale. Al suo interno sono ancora visibili gli stemmi dei vescovi che hanno retto la diocesi e la chiesa di Santa Maria Assunta, le cui origini risalgono ai primi secoli dell’era cristiana.

Rovigo Religiosa

Perdersi in lungo ed in largo in una sorta di tour religioso polesano è cosa alquanto piacevole. Certo, ci vorrebbero giorni interi per visitare tutte le meraviglie artistiche ed architettoniche che la nostra provincia ci offre. Quindi noi oggi cercheremo di restringere il campo, andando ad immaginare una sorta di tour religioso cittadino, che possa permettere a chiunque di ammirare la magnificenza di edifici che, oltre ad essere interessanti dal punto di vista architettonico, nascondono storie ed opere d’arte che vale la pena di conoscere. Una Rovigo religiosa che senza dubbio regala emozioni, aneddoti, curiosità. Tra un giro e l’altro vi consigliamo una rilassante pausa per uno spritz o un piatto di pappardelle con ragù di cortile.

Potremmo iniziare, in una sorta di giro che parte dal centro città per poi andare in fuori, da Duomo. La Chiesa di Santo Stefano Papa e Martire che per tutti i rodigini è il Duomo. Si trova nell’omonima piazza e si suppone che la sua presenza possa essere fatta risalire all’abitato, quindi intorno ai VIII e IX secolo. Ricostruita intorno al XI secolo in concomitanza con l’espansione che caratterizzava la città. Più volte rivista a livello progettuale (ad esempio col battistero, oggetto di più modifiche). Il progetto che la porta alle condizioni attuali risale alla fine del 1600 per opera di Girolamo Frigimelica. Tra le cose da vedere, all’interno della chiesa, lo splendido altare in marmo rosso di Verona.

San Francesco

Ci possiamo poi inoltrare verso Piazza Vittorio Emanuele II e proseguire verso piazza Garibaldi e poi ancora verso via Silvestri. Ci troveremo di fronte alla Chiesa dei Santi Francesco e Giustina. Qui la storia è tanta, parte circa dal 1200, in quel periodo infatti una credenza popolare vuole che San Francesco sia passato dalla città. Il primo piccolo convento francescano viene costruito dove oggi vi è la chiesetta detta del Cristo. E’ verso la fine del 1297 che i lavori di ampliamento vengono iniziati ufficialmente. Nel complesso ebbe anche sede la Santa Inquisizione.

rovigo religiosa

La chiesa diviene in breve tempo ritrovo per tutta la città, accorpando anche (quando questa viene soppressa) la chiesa di Santa Giustina. L’interno della chiesa è ricco di opere di grandissimo fascino. Ad esempio la pala lignea con il battesimo di Gesù. E poi ancora la Madonna in Trono fra i santi Pietro e Paolo e la stupenda Pentecoste di Girolamo Carpi.

Foto: Alessandro Effe.

Rovigo religiosa, piccoli gioielli tutti da vedere ultima modifica: 2019-11-22T11:43:57+01:00 da Alessandro Effe
To Top