I RODIGINI RACCONTANO ROVIGO

itRovigo

Cibo Cucina Tipica e Tradizioni Cucina Tradizionale Memoria

Torta Sabbiosa, una vera delizia di confine

Bake 599521 960 720

Il Polesine è territorio di confine più o meno per eccellenza. Non è raro (anzi comunissimo) sentire le locuzioni “Alto Polesine“, “Basso Polesine”. A voler indicare, rispettivamente, il territorio che si estende verso il veronese, lambendo in parte il ferrarese ed il mantovano, e, dall’altro lato, quello che porta verso il mare e lambisce il ravennate, il ferrarese (di nuovo), ed in parte la provincia di Venezia. E’ quindi ovvio che alcuni usi e costumi siano contaminati da confini che, molto spesso, sono davvero una semplice linea a terra. Per molti versi anche la cucina subisce questa sorte e, come sempre accade nel mischiare gli ingredienti, il gusto ci guadagna sempre. Giusto per fare qualche esempio: l’anguilla, contesa coi ferraresi, così come le schie contese con i veneziani.

La contesa al confine

Giusto per fare qualche esempio. In questo caso andiamo invece in un altro territorio di confine che è il Mantovano. Andiamo quindi a scoprire la torta sabbiosa. Si tratta di un dolce che risalirebbe al 1700 e, come abbiamo scritto poco fa, è conteso fra quella zona grigia al confine tra il mantovano ed il rodigino. Certo, a leggere qua e là c’è chi parla addirittura di Vicenza, Verona e l’Oltrepo Pavese. Noi restiamo in questo nostro microcosmo e andiamo a scoprire la leggenda. Tramandata da generazioni. Intanto l’origine del nome. Si narra di un frate erborista che per cercare il tarassaco e l’angelica violava la Regola del convento, varcando il recinto. Pare addirittura che il frate incontrasse con una sposina del paese che un giorno gli porta da assaggiare quella torta. La trova deliziosa e, approfittandone, torna a trovare la sposa per avere la ricetta.

Flour 1824337 960 720

Il priore si insospettisce e, viste le frequenze assenze, lo rinchiude dentro le mura del monastero. In ricordo della soave fanciulla, il frate, costretto alla clausura forzata, si dedica alla preparazione della torta. Riesce a concepirla così bene che i suoi confratelli la divorano ogni volta. Una torta dal sapore antico, semplice e diretto. Vi proponiamo qui sotto gli ingredienti per prepararla.

La torta sabbiosa

Ingredienti

250 g. di fecola di patate (oppure maizena)
250 g. di zucchero
250 g. di burro pomata
3 uova
1 bacca di vaniglia
1/2 bustina di lievito vanigliato

Preparazione

Mettere in una ciotola il burro (tenuto a temperatura ambiente dalla sera prima) e lo zucchero. Fate amalgamare fino ad ottenere un composto spumoso. Separate gli albumi dai tuorli. Aggiungete al composto i tuorli uno per volta. E’ molto importante che il primo sia perfettamente amalgamato con l’impasto prima di aggiungere il successivo.
Terminato di amalgamare i tuorli aggiungete la fecola a pioggia. Poi il lievito con la vaniglia. Mescolate fino a quando l’impasto non assumerà l’aspetto di sabbia bagnata. Montate a neve ferma gli albumi.
Incorporateli al composto, facendo molta attenzione, mischiando a mano dal basso verso l’alto. Risulterà un impasto molto spumoso e solido.


Imburrate ed infarinate una teglia per torte di circa 30 cm di diametro, poi versate il composto e cercate di distribuirlo in modo uniforme.
Infornate a 160 gradi nel forno preriscaldato e fare cuocere per circa 45/50 minuti. Non aprire mai il forno e lasciare il dolce all’interno del forno fino a quando non si è raffreddato. Togliere il dolce dalla teglia e metterlo su un vassoio Spolverare con lo zucchero a velo e servire.

Fonti: Isola Felice. 

Torta Sabbiosa, una vera delizia di confine ultima modifica: 2020-02-26T19:20:24+01:00 da Alessandro Effe
To Top