I RODIGINI RACCONTANO ROVIGO

itRovigo

Cibo Cucina Tipica e Tradizioni Cucina Tradizionale

Asparagi e uova, tra primavera e tradizione

Asparagus 2329467 960 720

E’ senza dubbio uno degli alimenti principe della primavera e di aprile in particolare. A Rovigo si usa mangiare quelli selvatici, detti bruscandoli, cucinati, secondo tradizione, col risotto o la frittata. Ed è sicuramente un alimento di cui i rodigini ed i polesani in genere, vanno ghiotti. Oggi invece parliamo dell’asparago vero e proprio. Anche qui, la tradizione Veneta è grande e di assoluto rilievo. Possiamo contare, infatti, sul famoso asparago bianco di Bassano, su quello, sempre bianco, di Cimadolmo, e su quello Badoere che è coltivato in tre province diverse (Treviso, Venezia, Padova). Tutti e tre hanno marchi (DOP e IGP) di grande prestigio. A Rovigo, dalle parti di Lusia, vi è ormai da tempo un grande impianto di coltivazione che garantisce asparagi bianchi e verdi che sono delle assolute primizie.

Da Egizi, Greci e Romani

Conosciuto fin dai tempi degli Egizi, dei Greci e dei Romani, questa eccellenza produttiva ha trovato, nelle zone alluvionali venete, il suo habitat naturale. Gli asparagi sono tra le verdure di stagione di aprile, forse la più conosciuta. E’ questo, quindi, il momento giusto per farne incetta. Di certo non mancano sulle tavole rodigine e polesane. Noi, per tradizione, usiamo mangiare il risotto agli asparagi e la ricetta che vi presenteremo oggi, asparagi e uova. Come abbiamo scritto sopra, i germogli di questo ortaggio (bianchi, verdi o viola) sono originari dell’Asia e conosciuti fin dall’antichità. Si narra, infatti, che Egizi e Romani ne fossero esperti coltivatori. Ma quali sono le proprietà di questo ortaggio che ha in aprile il suo mese principe?

Asparagus 823785 960 720

Anzitutto hanno poche calorie, circa 25 per ogni 100 grammi, contengono molta acqua e pochi carboidrati. Sono poi grandi apportatori di minerali, vitamine e fibre. In particolare: Vitamina A, C, antiossindanti, potassio, fosforo, calcio ed acido folico. E’, inoltre, un potente diuretico drenante, molto indicato, ad esempio, contro la cellulite. Essendo naturalmente povero di grassi, è perfetto per chi segue diete ipocaloriche.

Uova e asparagi

Uova e asparagi, come dicevamo, sono un piatto molto comune sulle nostre tavole. Così comune che spesso si usa l’espressione “Asparagi e uova alla Veneta“. Già, perchè, come per il tartufo, anche qui l’uovo garantisce un perfetto binomio per gustare al meglio l’ortaggio. Pochi e semplici gli ingredienti per 4 persone:
– 1kg di asparagi bianchi;
– 8 Uova;
– Olio Evo Q.B.;
– Sale;
– Pepe;

Tagliate la parte finale dell’asparago e pelatelo aiutandovi con un pelapatate. Eliminerete così la parte più “dura” ed ostica da mangiare. Per cuocerli al meglio si possono legare gli asparagi a mazzetti, aiutandosi con dello spago da cucina. Bisogna (o bisognerebbe) poi cuocerli in senso verticale. La cottura ottimale dell’asparago, infatti, prevede la cottura per immersione del gambo ed a vapore per le punte (in modo che rimangano comunque sode e non si sfaldino). 15/20 minuti di questa cottura saranno sufficienti, varierà di più o di meno, naturalmente, a seconda della larghezza del gambo. Intanto avrete messo in un’altra pentola le uova, che dovranno cuocere circa 7/8 minuti da quanto l’acqua è a bollore, per essere totalmente sode.

Scolate poi gli asparagi e conditeli con dell’olio EVO. Tagliate a metà le uova e condite con sale e pepe nero. Impiattate insieme e buon appetito!

Asparagi e uova, tra primavera e tradizione ultima modifica: 2020-04-20T15:13:35+02:00 da Alessandro Effe
To Top